Colli Euganei DOC

0
uva

Il vino Colli Euganei DOC è un vino prodotto nella provincia di Padova nella Regione Veneto

La denominazione di origine controllata Colli Euganei è riservata ai vini che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione, per le seguenti tipologie:

Bianco; Bianco spumante; Rosso; Rosso riserva; Garganega; Tai; Sauvignon; Pinot bianco; Chardonnay; Manzoni bianco; Pinello frizzante; Pinello spumante; Serprino frizzante; Serprino spumante; Merlot (anche nella versione novello); Merlot riserva; Cabernet; Cabernet riserva; Cabernet Sauvignon; Cabernet Sauvignon riserva; Cabernet franc; Cabernet franc riserva; Carménère; Carménère riserva; Raboso; Raboso riserva; Moscato; Moscato spumante.

I vini a denominazione di origine controllata Colli Euganei con uno dei seguenti riferimenti:

Garganega, Serprino (sinonimo locale del vitigno Glera), Tai, Sauvignon, Pinot bianco, Chardonnay, Manzoni bianco, Pinello (da uve Pinella), Merlot, Cabernet, (da Cabernet franc e/o Cabernet Sauvignon e/o Carménère), Cabernet Sauvignon, Cabernet franc, Carménère, Raboso (da Raboso veronese e/o Raboso Piave), devono essere ottenuti da uve provenienti dai corrispondenti vitigni per almeno l’85%. Possono concorrere, fino a un massimo del 15%, le uve di altri vitigni di colore analogo presenti nei vigneti in ambito aziendale, purché idonei alla coltivazione nella provincia di Padova.

Il vino a denominazione di origine controllata Colli Euganei Moscato (da Moscato bianco) deve essere ottenuto da uve provenienti dal corrispondente vitigno per almeno il 90%. Possono concorrere, fino a un massimo del 10%, le uve di altri vitigni aromatici di colore analogo, presenti nei vigneti in ambito aziendale, purché idonei alla coltivazione nella provincia di Padova.

Il vino a denominazione di origine controllata Colli Euganei bianco è ottenuto dalle uve, dai mosti e dai vini delle seguenti varietà, provenienti dai vigneti di ambito aziendale, idonei alla produzione dei vini, nella seguente composizione:

Garganega per almeno il 30%, Tai e/o Sauvignon per almeno il 30%, Moscato bianco e/o Moscato giallo dal 5 al 10%, altre varietà a bacca bianca congiuntamente o disgiuntamente, elencate fino a un massimo del 30%.

Il vino a denominazione di origine controllata Colli Euganei rosso è ottenuto dalle uve, dai mosti e dai vini delle seguenti varietà, provenienti dai vigneti di ambito aziendale per la seguente composizione:

Merlot dal 40 al 80 %, Cabernet Sauvignon e/o franc e/o Carménère dal 20 al 60 %, Raboso Piave e/o Raboso Veronese fino al 10%.

Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla produzione dei vini Colli Euganei, devono essere quelle tradizionali della zona e, comunque, atte a conferire alle uve ed ai vini le specifiche caratteristiche di qualità.

Colli Euganei DOC

RegioneVeneto
ProvinciaPadova
DenominazioneColli Euganei DOC
Anno di registrazioneDOC dal 13.08.1969
TipologiaColli Euganei Bianco
Colli Euganei Bianco spumante
Colli Euganei Rosso
Colli Euganei Rosso riserva
Colli Euganei Garganega
Colli Euganei Tai
Colli Euganei Sauvignon
Colli Euganei Pinot bianco
Colli Euganei Chardonnay
Colli Euganei Manzoni bianco
Colli Euganei Pinello frizzante
Colli Euganei Pinello spumante
Colli Euganei Serprino frizzante
Colli Euganei Serprino spumante
Colli Euganei Merlot (anche nella versione novello)
Colli Euganei Merlot riserva
Colli Euganei Cabernet
Colli Euganei Cabernet riserva
Colli Euganei Cabernet Sauvignon
Colli Euganei Cabernet Sauvignon riserva
Colli Euganei Cabernet franc
Colli Euganei Cabernet franc riserva
Colli Euganei Carménère
Colli Euganei Carménère riserva
Colli Euganei Raboso
Colli Euganei Raboso riserva
Colli Euganei Moscato
Colli Euganei Moscato spumante
Base ampelograficaI vini a denominazione di origine controllata Colli Euganei con uno dei seguenti riferimenti:
Garganega, Serprino (sinonimo locale del vitigno Glera), Tai, Sauvignon, Pinot bianco, Chardonnay, Manzoni bianco, Pinello (da uve Pinella), Merlot, Cabernet, (da Cabernet franc e/o Cabernet Sauvignon e/o Carménère), Cabernet Sauvignon, Cabernet franc, Carménère, Raboso (da Raboso veronese e/o Raboso Piave), devono essere ottenuti da uve provenienti dai corrispondenti vitigni per almeno l’85%. Possono concorrere, fino a un massimo del 15%, le uve di altri vitigni di colore analogo presenti nei vigneti in ambito aziendale, purché idonei alla coltivazione nella provincia di Padova.
Il vino a denominazione di origine controllata Colli Euganei Moscato (da Moscato bianco) deve essere ottenuto da uve provenienti dal corrispondente vitigno per almeno il 90%. Possono concorrere, fino a un massimo del 10%, le uve di altri vitigni aromatici di colore analogo, presenti nei vigneti in ambito aziendale, purché idonei alla coltivazione nella provincia di Padova.
Il vino a denominazione di origine controllata Colli Euganei bianco è ottenuto dalle uve, dai mosti e dai vini delle seguenti varietà, provenienti dai vigneti di ambito aziendale, idonei alla produzione dei vini, nella seguente composizione:
Garganega per almeno il 30%, Tai e/o Sauvignon per almeno il 30%, Moscato bianco e/o Moscato giallo dal 5 al 10%, altre varietà a bacca bianca congiuntamente o disgiuntamente, elencate fino a un massimo del 30%.
Il vino a denominazione di origine controllata Colli Euganei rosso è ottenuto dalle uve, dai mosti e dai vini delle seguenti varietà, provenienti dai vigneti di ambito aziendale per la seguente composizione:
Merlot dal 40 al 80 %, Cabernet Sauvignon e/o franc e/o Carménère dal 20 al 60 %, Raboso Piave e/o Raboso Veronese fino al 10%
Zona di raccolta uveIntero il territorio amministrativo dei comuni di Arquà Petrarca, Galzignano Terme, Torreglia ed in parte quello dei comuni di Abano Terme, Montegrotto Terme, Battaglia Terme, Due Carrare, Monselice, Baone, Este, Cinto Euganeo, Lozzo Atestino, Vò, Rovolon, Cervarese S. Croce, Teolo, Selvazzano Dentro
ImbottigliamentoStesso territorio amministrativo delle zone di raccolta delle uve
Bottiglia e tappoI vini di cui alla presente denominazione di origine controllata ai fini dell’immissione al consumo devono utilizzare fino a litri 9 unicamente bottiglie di vetro consone ai caratteri di pregio chiuse con tappo raso bocca. Per le bottiglie fino a 0,375 litri è consentito l’uso del tappo a vite.
In occasione di particolari eventi espositivi o promozionali, è consentito l’utilizzo di contenitori tradizionali della capacità superiore a litri 9.
È tuttavia consentito per le bottiglie fino a litri 1,500, con esclusione della versione riserva, l'uso del tappo capsula a vite.
La tipologia Moscato nella versione dolce deve essere imbottigliata unicamente in bottiglia tipo Borgognotta (Borgognona)
Articolo precedenteIl Sapore dei Sogni, il libro di vita e cucina di chef Alessandro Morelli
Articolo successivoI vermentini eroici sul tetto del mondo, il Candia Doc fa incetta di premi internazionali

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.