Cooking class con Vincenzo Santoro per aiutare Casa Sollievo Bimbi

0
vincenzo santoro

Il ricavato dell’iniziativa sostiene l’hospice pediatrico VIDAS dove bambini e ragazzi con malattie inguaribili vengono curati insieme alle loro famiglie

Apprendere i trucchi del mestiere per infornare un perfetto pasticciotto salentino direttamente dal maestro Vincenzo Santoro della pasticceria Martesana. È quanto offre la speciale lezione di cucina online che VIDAS, associazione che da quasi 40 anni si prende cura dei malati inguaribili, mette a disposizione dei propri sostenitori giovedì 10 giugno alle ore 18.30, sulla piattaforma Zoom.

Per partecipare alla cooking class basta registrarsi su insieme.vidas.it ed effettuare una donazione minima di 10 euro. L’iscrizione è possibile fino al giorno precedente dell’appuntamento. Registrandosi sul sito gli iscritti riceveranno il link a cui collegarsi per seguire l’evento oltre all’elenco degli ingredienti e le indicazioni per realizzare passo passo la ricetta.

Per maggiori informazioni: 344 0948653 oppure segreteria.eventi@vidas.it.

Racchiude tutto il colore e il calore del sole salentino il pasticciotto proposto dal maestro Santoro che si compone di un croccante guscio di frolla aromatica e di un cuore morbido di crema.

Al termine delle lezioni gli studenti potranno interagire direttamente con il loro insegnante d‘eccezione per fare loro domande sul piatto appena eseguito e ricevere preziosi consigli per la sua preparazione.

Grazie alla generosità del maestro, il ricavato dell’iniziativa sostiene Casa Sollievo Bimbi, il primo hospice pediatrico della Lombardia e uno dei pochissimi in Italia, in occasione dei suoi due anni di apertura. Qui bambini e ragazzi che soffrono di malattie gravissime, e non soltanto nella fase terminale ma sin dall’esordio, possono trovare, insieme alle famiglie, sostegno e cura gratuiti in un ambiente caldo e accogliente, su misura per le proprie necessità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.