Didiesse ad “Host 2021” racconta i propri valori: tradizione, eco-sostenibilità e design

0
didiesse

Dal 22 al 26 ottobre, Fiera Milano ospiterà “Host 2021”, 42esima edizione del salone dedicato al mondo della ristorazione e dell’accoglienza. Tra i protagonisti della fiera, che celebra la ripartenza del settore HoReCa, anche Didiesse, azienda napoletana specializzata nella produzione di macchine per caffè espresso a cialde, pronta a presentare a buyer e addetti ai lavori, tutti i prodotti del brand, all’interno dell’ampio stand D23 – E22 collocato nel cuore del padiglione 13.

Tradizione, eco-sostenibilità e design, i punti di forza dell’azienda, che al grande evento consacrato all’ospitalità professionale, presenterà i propri cavalli di battaglia. Tra i cult: la vivace Frog Revolution, dal design divertente, declinata in ben 16 colori, così da adattarsi ad ogni ambiente, sia dal punto di vista estetico che funzionale. Una macchina bella e pratica, funzionante con cialde Ese da 44 mm, disponibile anche nelle versioni Vapor, per cappuccini strepitosi e Frog collection in limited edition, che prevede 500 pezzi dalla texture unica ed accattivante. E non mancherà la macchina da caffé professionale Twin, moderna e tecnologicamente avanzata, pensata proprio per il settore HoReCa: ideale per b&b, ristoranti, pizzerie e pub. In grado anche di realizzare squisiti cappuccini.

In fiera, saranno presentati, inoltre, alcuni esemplari di Didì, multicolor con finitura lucida o opaca, prodotta da Didiesse in esclusiva per Caffè Borbone.

Host sarà anche l’occasione per far conoscere meglio le origini del brand, nato esattamente 20 anni fa a Napoli, dove la preparazione del caffè è tradizione. Non a caso, tutte le macchine sono interamente made in Italy, anzi, made in Campania: “La nostra azienda – spiega Fulvio Di Santo, direttore commerciale e comproprietario di Didiesse insieme a Massimo Renda – ama condividere progetti con partner locali, che hanno anch’essi l’espresso napoletano nel dna. Napoli, resta il nostro cuore pulsante, ma tra gli obiettivi c’è quello di portare al Nord la cultura della cialda, al momento radicata soprattutto nel Sud Italia”. L’obiettivo è far recepire un po’ a tutti le peculiarità della cialda, il sistema più green per bere un buon espresso che, secondo Di Santo, “non ha rivali essendo il sistema, che si avvicina più a quello del bar”.

Macchine belle, affidabili, pratiche e sempre più ecologiche, il cui packaging può fregiarsi ora anche del marchio internazionale FSC, che garantisce la provenienza dei cartoni utilizzati, da foreste e filiere responsabili, sottoposte a rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.

Un ulteriore passo verso l’ambiente, visto che, sin dall’inizio, Didiesse ha deciso di produrre esclusivamente macchine espresso per cialde: il metodo più sostenibile, grazie alla biodegradabilità del filtro carta.

E, a proposito di certificazioni, il brand ha ottenuto l’ISO 9001, che riguarda i sistemi di gestione della qualità sul luogo di lavoro; mentre i suoi prodotti godono della marcatura CE ovvero Conformità Europea; MOCA, relativa a materiali ed oggetti, che entrano in contatto con gli alimenti e tra le poche aziende in Italia a potersi fregiare del marchio di sicurezza e della certificazione CCC specifica per la distribuzione di beni nel mercato cinese. Il conseguimento della certificazione CCC è stata ottenuta di recente da Didiesse superando in modo ineccepibile tutte le prove d’idoneità.

Last but not least, c’è da aggiungere che la società quest’anno si è aggiudica il Quality Award 2021, premio molto speciale perché assegnato dai consumatori, con 300 “giudici”, che hanno scelto una macchina espresso a cialde Didiesse in blind, ossia senza essere stati influenzati dalla marca.

Articolo precedenteSostenibilità sociale, il ruolo chiave delle imprese. Il Forum di Tecno a Napoli
Articolo successivoMastro Panettone, al via la quinta edizione
Redazione di Eroi del Gusto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.