Matera Christmas Village, numeri record per le iniziative nella città dei Sassi

0
Matera Christmas Village

Si è conclusa la seconda edizione del Matera Christmas Village con un importante successo di pubblico, che ha permesso all’Associazione Italia Eventi di collezionare un milione di visitatori nel corso degli eventi organizzati a Matera nel 2022.

“Siamo davvero grati per questi numeri da capogiro che confermano la bontà delle nostre iniziative. Il mio ringraziamento va all’amministrazione comunale che ha dimostrato una grande disponibilità, ma anche alle associazioni locali con cui abbiamo tessuto una collaborazione attiva. Ovviamente grazie anche a chi ha scelto Matera e i nostri eventi per allietare le proprie giornate con attività, spettacoli e degustazioni”. Sono queste le riflessioni del presidente di Italia Eventi, Giuseppe Lupo, a conclusione di questa nuova iniziativa in Basilicata.

Infatti, il Matera Christmas Village non è l’unico progetto portato in Piazza Vittorio Veneto, a cui si affiancano anche le tappe di Gusto Italia e di Choco Italia. Tutti format che mettono al centro le eccezionali produzioni Made in Italy, sia del food che dell’artigianato, dando largo spazio alle piccole aziende che rappresentano a pieno lo spirito e il gusto italiano.

Tutte ad ingresso gratuito, propongono un’area espositiva che si arricchisce di innumerevoli attività collaterali. Il Matera Christmas Village, difatti, patrocinata dal Comune di Matera e dall’UNOE Unione Nazionale Organizzatori di Eventi, in collaborazione con la Pro Loco Matera, non ha tralasciato nemmeno l’aspetto solidale. Diversi i progetti di sostegno ad associazioni di volontariato, ma anche di riqualificazione urbana.

Matera Christmas Village

“Siamo contenti di questa edizione appena conclusa del Christmas Village e siamo grati all’organizzazione per quanto è riuscita a mettere in campo. Tra le tante cose vanno ricordate le iniziative solidali per la mensa dei poveri e le donne vittime di violenza, ma anche il fitto calendario musicale e di spettacoli che ha reso ancor più magica la nostra città. Confidiamo che l’appuntamento natalizio diventi una vera e propria tradizione per Matera”, sottolinea il sindaco di Matera Domenico Bennardi.

37 intense giornate nella piazza centrale della città, dove eleganti e sostenibili casette in legno hanno ospitato aziende ed artigiani. Immancabile attrazione la Casa di Babbo Natale che ha poi lasciato spazio alla Befana, ma anche i canti natalizi, i gruppi di musica popolare e quelli storici. Hanno incantato grandi e piccini le majorette, i giocolieri e gli spettacoli col fuoco.

Prezioso il presepe in cartapesta, accanto al caratteristico e luminoso albero di Natale, testimoni silenziosi di tombolate, tornei di scacchi, giochi e appuntamenti in cucina con l’Associazione Cuochi Materani.

Una iniziativa che non solo ha contribuito a rafforzare il brand Matera, ma anche a sostenere l’economia locale grazie al pieno coinvolgimento della città, attraverso gli operatori turistici e le attività commerciali, ristorative e di accoglienza.

“Siamo orgogliosi anche del pieno coinvolgimento di innumerevoli aziende e professionisti di Matera e dintorni, i quali hanno lavorato al mercatino attraverso la realizzazione di addobbi e di figure dedicate all’animazione quotidiana. Ovviamente anche tra tipici e prodotti artigianali non è mancata la presenza di realtà locali che hanno potuto, ancor di più, raccontare il saper fare locale. La riuscita di questo evento, così come degli altri progetti di Italia Eventi, è frutto di una sinergia vivace e costruttiva tra istituzioni e associazioni. Il desiderio è dare spazio al territorio, lasciando che esprima le sue potenzialità”, conclude Lupo.

Articolo precedenteHealth Warning, allarme dell’Unione italiana Vini
Articolo successivoSul vino etichetta come sui tabacchi. Busi: “Danno d’immagine inestimabile”
Redazione di Eroi del Gusto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.