Sciacca DOC

0
uva

Il vino Sciacca DOC è un vino prodotto nella provincia di Agrigento nella Regione Sicilia

La denominazione di origine controllata Sciacca è riservata ai seguenti vini:

Sciacca bianco; Sciacca Inzolia; Sciacca Grecanico; Sciacca Chardonnay; Sciacca riserva Rayana; Sciacca rosso; Sciacca Nero d’Avola; Sciacca Cabernet Sauvignon; Sciacca Merlot; Sciacca Sangiovese; Sciacca rosso riserva; Sciacca rosato, che rispondono alle condizioni e ai requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione.

La denominazione di origine controllata Sciacca è riservata ai vini bianchi, rossi e rosati ottenuti dalle uve di vitigni provenienti dai vigneti aventi, nell’ambito aziendale, la seguente composizione ampelografica:

Sciacca bianco: InzoliaGrecanicoChardonnayCatarratto lucido, per almeno il 70% congiuntamente o disgiuntamente. Possono inoltre concorrere per la restante parte le uve provenienti da varietà a bacca bianca non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Sicilia.

la denominazione di origine controllata Sciacca, con la menzione di uno dei seguenti vitigni: Grecanico, Inzolia, Chardonnay, è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti dai vigneti costituiti per almeno l’85% dal corrispondente vitigno. Possono concorrere per la restante parte le uve provenienti da varietà a bacca bianca non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Sicilia.

la denominazione di origine controllata Sciacca, con la menzione della sottozona Rayana obbligatoriamente preceduta dalla tipologia riserva è consentita ai soli vini bianchi ottenuti dai vigneti nell’ambito aziendale composti da almeno l’80% di Catarratto lucido e Inzolia congiuntamente o disgiuntamente. Possono inoltre concorrere per la restante parte le uve provenienti da varietà a bacca bianca, non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Sicilia.

Sciacca rosso: MerlotCabernet SauvignonNero d’AvolaSangiovese, per almeno il 70% congiuntamente o disgiuntamente. Possono inoltre concorrere per la restante parte le uve provenienti da varietà a bacca rossa non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Sicilia.

la denominazione di origine controllata Sciacca rosso con la menzione di uno dei seguenti vitigni: MerlotCabernet SauvignonNero d’AvolaSangiovese, è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti dai vigneti costituiti per almeno l’85% dal corrispondente vitigno. Possono inoltre concorrere per la restante parte le uve provenienti da varietà a bacca rossa non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Sicilia.

la denominazione di origine controllata Sciacca rosso riserva è consentita ai soli vini rossi ottenuti dalle uve provenienti dai vigneti nell’ambito aziendale, composti da almeno il 70% di Merlot, Cabernet Sauvignon, Nero d’Avola, Sangiovese congiuntamente o disgiuntamente. Possono inoltre concorrere per la restante parte le uve provenienti da varietà a bacca rossa non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Sicilia.

la denominazione di origine controllata Sciacca rosato è riservata, per almeno il 70%, ai vini prodotti esclusivamente con la vinificazione in bianco dei vitigni prescritti per il vino a denominazione di origine controllata Sciacca rosso, o con mostificazione contemporanea delle uve bianche e rosse prescritte per i vini a denominazione di origine controllata Sciacca bianco e rosso. Possono inoltre concorrere per la restante parte le uve provenienti da varietà a bacca rossa non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Sicilia.

Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla produzione dei vini devono essere quelle tradizionali della zona, e comunque, atte a conferire alle uve ed ai vini derivati le specifiche caratteristiche di qualità.

Sciacca DOC

RegioneSicilia
ProvinciaAgrigento
DenominazioneSciacca DOC
Anno di registrazioneDOC dal 05.06.1998
TipologiaSciacca bianco
Sciacca Inzolia
Sciacca Grecanico
Sciacca Chardonnay
Sciacca riserva Rayana
Sciacca rosso
Sciacca nero d'Avola
Sciacca Cabernet Sauvignon
Sciacca Merlot
Sciacca Sangiovese
Sciacca rosso riserva
Sciacca rosato
Base ampelograficaSciacca bianco: Inzolia - Grecanico - Chardonnay - Catarratto lucido, per almeno il 70% congiuntamente o disgiuntamente. Possono inoltre concorrere per la restante parte le uve provenienti da varietà a bacca bianca non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Sicilia.
la denominazione di origine controllata Sciacca, con la menzione di uno dei seguenti vitigni: Grecanico, Inzolia, Chardonnay, è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti dai vigneti costituiti per almeno l'85% dal corrispondente vitigno. Possono concorrere per la restante parte le uve provenienti da varietà a bacca bianca non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Sicilia.
la denominazione di origine controllata Sciacca, con la menzione della sottozona Rayana obbligatoriamente preceduta dalla tipologia riserva è consentita ai soli vini bianchi ottenuti dai vigneti nell'ambito aziendale composti da almeno l'80% di Catarratto lucido e Inzolia congiuntamente o disgiuntamente. Possono inoltre concorrere per la restante parte le uve provenienti da varietà a bacca bianca, non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Sicilia.
Sciacca rosso: Merlot - Cabernet Sauvignon - Nero d'Avola - Sangiovese, per almeno il 70% congiuntamente o disgiuntamente. Possono inoltre concorrere per la restante parte le uve provenienti da varietà a bacca rossa non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Sicilia.
la denominazione di origine controllata Sciacca rosso con la menzione di uno dei seguenti vitigni: Merlot - Cabernet Sauvignon - Nero d'Avola - Sangiovese, è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti dai vigneti costituiti per almeno l'85% dal corrispondente vitigno. Possono inoltre concorrere per la restante parte le uve provenienti da varieta' a bacca rossa non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Sicilia.
la denominazione di origine controllata Sciacca rosso riserva è consentita ai soli vini rossi ottenuti dalle uve provenienti dai vigneti nell'ambito aziendale, composti da almeno il 70% di Merlot, Cabernet Sauvignon, Nero d'Avola, Sangiovese congiuntamente o disgiuntamente. Possono inoltre concorrere per la restante parte le uve provenienti da varietà a bacca rossa non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Sicilia.
la denominazione di origine controllata Sciacca rosato è riservata, per almeno il 70%, ai vini prodotti esclusivamente con la vinificazione in bianco dei vitigni prescritti per il vino a denominazione di origine controllata Sciacca rosso, o con mostificazione contemporanea delle uve bianche e rosse prescritte per i vini a denominazione di origine controllata Sciacca bianco e rosso. Possono inoltre concorrere per la restante parte le uve provenienti da varietà a bacca rossa non aromatiche, idonee alla coltivazione nella regione Sicilia
Zona di raccolta uveSciacca e Caltabellotta
ImbottigliamentoStesso territorio amministrativo delle zone di raccolta delle uve
Bottiglia e tappoLa tappatura delle bottiglie deve essere fatta con tappi fino a 3 litri. Per le confezioni fino a 0.375 litri è ammesso il tappo a vite
Articolo precedente2.000 presenze a “Chianti Lovers & Rosso Morellino”
Articolo successivoVinifera 2022: i vini dell’arco alpino si abbinano ad arte, cultura e solidarietà

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.