Vin Santo di Montepulciano DOC

0
uva

Il vino Vin Santo di Montepulciano DOC è un vino prodotto nella provincia di Siena nella Regione Toscana

La denominazione di origine controllata Vin Santo di Montepulciano è riservata al vino che risponde alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione.

La denominazione di origine controllata Vin Santo di Montepulciano può essere integrata dalle specificazioni Riserva e Occhio di Pernice.

La denominazione di origine controllata Vin Santo di Montepulciano e le sue specificazioni riserva e occhio di pernice sono riservate ai vini ottenuti dalle uve provenienti dai vigneti aventi, nell’ambito aziendale, la seguente composizione varietale:

Vin Santo di Montepulciano, Vin Santo di Montepulciano riserva:

Malvasia bianca, Grechetto bianco (localmente detto Pulcinculo), Trebbiano toscano, da soli o congiuntamente minimo 70%. Possono concorrere altri vitigni complementari a bacca bianca per un massimo del 30% idonei alla coltivazione nella Regione Toscana. Sono esclusi i vitigni aromatici.

Vin Santo di Montepulciano Occhio di pernice:

Sangiovese (denominato a Montepulciano Prugnolo Gentile) minimo 50%; altri vitigni idonei alla coltivazione nella Regione Toscana da soli o congiuntamente fino ad un massimo del 50%.

Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla produzione dei vini Vin Santo di Montepulciano devono essere quelle tradizionali della zona e, comunque, atte a conferire alle uve, al mosto ed al vino derivati le specifiche caratteristiche di qualità.

Vin Santo di Montepulciano DOC

RegioneToscana
ProvinciaSiena
DenominazioneVin Santo di Montepulciano DOC
Anno di registrazioneDOC dal 21.10.1996
TipologiaVin Santo di Montepulciano
Vin Santo di Montepulciano riserva
Vin Santo di Montepulciano Occhio di pernice
Base ampelograficaVin Santo di Montepulciano, Vin Santo di Montepulciano riserva:
Malvasia bianca, Grechetto bianco (localmente detto Pulcinculo), Trebbiano toscano, da soli o congiuntamente minimo 70%. Possono concorrere altri vitigni complementari a bacca bianca per un massimo del 30% idonei alla coltivazione nella Regione Toscana. Sono esclusi i vitigni aromatici.
Vin Santo di Montepulciano Occhio di pernice:
Sangiovese (denominato a Montepulciano Prugnolo Gentile) minimo 50%; altri vitigni idonei alla coltivazione nella Regione Toscana da soli o congiuntamente fino ad un massimo del 50%
Zona di raccolta uveMontepulciano
ImbottigliamentoStesso territorio amministrativo delle zone di raccolta delle uve
Bottiglia e tappoIl vino a denominazione di origine controllata Vin Santo di Montepulciano deve essere
immesso al consumo esclusivamente in bottiglie di tipo bordolese o similari di capacità non
superiore a 0,750 litri con l'uso esclusivo di tappo di sughero raso bocca
Articolo precedentePapillon e luxury box da sommelier per la Festa del Papà
Articolo successivoVin Santo di Montepulciano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.