Casavecchia & Pallagrello wine festival a Pontelatone

0
Pallagrello

Il programma tra degustazioni, laboratori, musica e cucina di qualità. Quindici cantine per un imperdibile percorso alla scoperta di due grandi vitigni autoctoni casertani

Quindici cantine protagoniste, food di alta qualità, spettacoli e imperdibili approfondimenti sulle denominazioni: è il cuore del programma del Casavecchia & Pallagrello Wine Festival, in programma l’8, il 9 e il 10 luglio a Pontelatone (Caserta), evento promosso da La Strada del Vino e dalla Pro loco di Pontelatone, in partnership con AIS – Associazione Italiana Sommelier e San Pellegrino e con il coordinamento di Francesco Scaramuzzo.

L’evento avrà una formula itinerante nel centro storico di Pontelatone, con laboratori, seminari, spettacoli musicali di jazz e blues e mostre che si susseguiranno nei tre giorni della manifestazione a Palazzo Galpiati, dove saranno esposte opere di artisti campani.

Naturalmente protagonista sarà il vino e le cantine, in numero crescente rispetto alle ultime edizioni. Sarà infatti possibile degustare i vini di ben 15 cantine: Alois, Calatia, Cantina di Lisandro, Civittolo, Davide Campagnano, Giulio Mastroianni, Il Verro, Le Fontanelle, Piccirillo, Rao, Sagliocco, Sclavia, Vestini Campagnano, Vigne Chigi, Viticoltori del Casavecchia.

Tra gli appuntamenti da non perdere, domenica 10 luglio alle ore 20 in Piazza Cutillo laboratorio guidato dal giornalista Giancarlo Gariglio, curatore nazionale della guida Slow Wine, e Pietro Iadicicco, delegato dell’Ais Caserta: una degustazione delle migliori annate di Casavecchia e Pallagrello Bianco e Pallagrello Nero prodotte da ben 15 cantine, un percorso tra le migliori espressioni dei tre vitigni a cui il festival è dedicato (costo della degustazione €15, info e prenotazioni: 3497253207).

Prove tecniche, dunque, per valutare la possibilità di costruire insieme nel prossimo futuro anche la valutazione dell’annata di Casavecchia, Pallagrello bianco e Pallagrello nero a cura di una commissione di esperti, costruendo uno storico importante sia per le cantine che per gli appassionati.

Il laboratorio sarà preceduto da un’altra importante iniziativa: alle ore 19.30 saranno premiate tre produttori simbolo del Casavecchia, tra i primi a credere nelle potenzialità di questo vitigno. Si tratta di Michele Alois, Alberto Barletta e Peppe Mancini, che riceveranno dagli organizzatori del Casavecchia & Pallagrello Wine Festival un riconoscimento dall’alto valore simbolico, che rappresenta il passato, il presente e il futuro del vitigno.

Il Casavecchia & Pallagrello Wine Festival vedrà naturalmente protagonista anche il food: in piazza Cavour e via Galpiati area food con vari stand gastronomici con prodotti del territorio di alta qualità, dal suino nero casertano alla pasta artigianale, fino alla p’ttera trebulana e all’imperdibile conciato romano di Manuel Lombardi.

Tappa obbligata sarà la scenografica filatura della mozzarella in piazza Cavour sabato 9 luglio alle ore 21 a cura del caseificio La Baronia e domenica 10, sempre alle ore 21 in piazza Cavour, a cura del caseificio Antica Casella.

Spazio alla musica nei tre giorni dell’evento: venerdi 8 in piazza Cutillo musica jazz con il Trio International Angela Napoletano, mentre in piazza Cavour si esibirà il duo jazz Palopoli. Sabato 9 luglio Stany Caporaso Trio in piazza Cutillo, mentre in piazza Cavour duo jazz. Domenica 10 International 4et in piazza Cutillo e in piazza Cavour Petrarca Jazz Band.

Tre giorni da non perdere a Pontelatone (Caserta) per scoprire tutte le espressioni di questo territorio, dal wine al food fino all’arte e allo spettacolo.

Articolo precedente“Pizza & Olio EVO”, un dialogo sinergico tra Sasà Martucci e gli attori del territorio casertano
Articolo successivoForbes incorona Palermo per lo street food
Redazione di Eroi del Gusto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.