Pastiera napoletana: la leggenda dei pescatori

0
Pastiera napoletana

La Pastiera napoletana è il dolce indiscusso di questo periodo e, come vi abbiamo raccontato recentemente, la sua origine è associata alla Sirena Partenope e ai suoi canti d’amore. In realtà, questa non è l’unica leggenda ricollegata al dolce infatti, c’è anche quella che ha per protagonisti i pescatori.

In un tempo non noto, le mogli di alcuni pescatori, decisero di omaggiare il mare con una serie di doni. In una cesta riposero sei ingredienti: grano, uova, ricotta, fiori d’arancio e canditi. Affidarono tutto alle onde ma, nel corso della notte, i flussi mescolarono tutti gli alimenti, dando vita alla prima pastiera napoletana.

Le giovani donne scelsero di omaggiare il mare affinchè proteggesse i loro mariti durante il mal tempo, permettendo loro di tornare a casa sani e salvi.

Come per la leggenda con protagonista la Sirena Partenope, anche in questo caso è bello poter sognare dietro ad un racconto ricco di magia e amore. La realtà, ovviamente, ci riporta con i piedi sulla terra, ed è impossibile credere che il mare abbia generato la pastiera mischiando degli ingredienti ricevuti in dono.

Proprio il mare però è il nesso comune tra tutte le leggende scoperte, lui come unico e grande creatore. In fondo, la pastiera è un dolce tipico napoletano e, su tutto il territorio, è impossibile non lasciarsi ammaliare da quello specchio di acqua sconfinato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.