Bianco di Custoza o Custoza DOC

0
uva

Il vino Bianco di Custoza o Custoza DOC è un vino prodotto nella provincia di Verona nella Regione Veneto

La denominazione di origine controllata Bianco di Custoza o Custoza è riservata ai vini Bianco di Custoza o Custoza, Bianco di Custoza Superiore o Custoza Superiore, Bianco di Custoza passito o Custoza passito e Bianco di Custoza spumante o Custoza spumante, che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti nel disciplinare di produzione.

Il vino a denominazione di origine controllata Bianco di Custoza o Custoza deve essere ottenuto dalle uve provenienti dai vigneti aventi, nell’ambito aziendale, la seguente composizione ampelografica: Trebbiano toscano 10% – 45%, Garganega 20% – 40%, Trebbianello (biotipo locale del Tocai friulano/Tai) 5% – 30%, Bianca Fernanda (clone locale del Cortese) 0% – 30% e Malvasia, Riesling Italico, Pinot bianco, Chardonnay e Manzoni Bianco da soli o congiuntamente 0% – 30%.

Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla produzione del vino a denominazione di origine controllata Bianco di Custoza o Custoza devono essere quelle tradizionali della zona e, comunque, atte a conferire alle uve ed al vino derivato le specifiche caratteristiche di qualità.

Sono pertanto da considerarsi idonei unicamente i vigneti collinari e pedocollinari, esposti prevalentemente a sud, sud-ovest e posti in terreni di origine morenica di natura prevalentemente calcarea, argillo-calcarea, ghiaioso-calcarea e ghiaioso-sabbiosa con esclusione dei terreni umidi.

Bianco di Custoza o Custoza DOC

RegioneVeneto
ProvinciaVeneto
DenominazioneBianco di Custoza o Custoza DOC
Anno di registrazioneDOC dal 08.02.1071
TipologiaBianco di Custoza o Custoza
Bianco di Custoza o Custoza Superiore
Bianco di Custoza o Custoza Spumante
Bianco di Custoza o Custoza Passito
Base ampelograficaTrebbiano toscano 10%-45%, Garganega 20%-40%, Trebbianello (biotipo locale del Tocai friulano/Tai) 5%-30%, Bianca Fernanda (clone locale del Cortese) 0%-30% e Malvasia, Riesling Italico, Pinot bianco, Chardonnay e Manzoni Bianco da soli o congiuntamente 0%-30%
Zona di raccolta uveSommacampagna, Villafranca di Verona, Valeggio sul Mincio, Peschiera del Garda, Lazise, Castelnuovo del Garda, Pastrengo, Bussolengo e Sona
ImbottigliamentoStesso territorio amministrativo delle zone di raccolta delle uve
Bottiglia e tappoI vini a denominazione di origine controllata Bianco di Custoza o Custoza superiore e Bianco di Custoza o Custoza passito devono essere immessi al consumo unicamente in bottiglie di vetro di capacità fino a litri 1.5 e chiuse con tappo raso bocca in sughero o altri materiali consentiti.
Tuttavia per le bottiglie fino a litri 0.375 è consentito l'uso anche del tappo a vite.
Per i vini a denominazione di origine controllata Bianco di Custoza o Custoza, senza alcuna specificazione aggiuntiva, è consentito l'uso dei contenitori alternativi al vetro costituiti da un otre in materiale plastico pluristrato di polietilene e poliestere racchiuso in un involucro di cartone o di altro materiale rigido, nei volumi da 2 a 3 litri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.