Top 20 Weinwirtschaft 2022: Valpolicella Classica ancora sugli scudi

0
Cantina Valpolicella Negrar

Primo posto per Cantina Valpolicella Negrar nella classifica delle migliori coop del vino italiane, altoatesine escluse, stilata dall’autorevole rivista tedesca. Per la cantina è il quinto podio conquistato

“Con il premio dato a Cantina Valpolicella Negrar viene premiata la Valpolicella classica, in quanto i nostri vini vengono prodotti dalle famiglie socie che hanno i vigneti in tutte e cinque le vallate, dunque onore al nostro territorio!”. Così, Renzo Bighignoli, presidente di Cantina Valpolicella Negrar, ha salutato il primo posto assegnato anche quest’anno alla cantina dall’autorevole periodico tedesco Weinwirtschaft che, dal 2010, valuta le 20 migliori cooperative del vino italiane, escluse quelle altoatesine, classificate a parte. Quello del 2022 è il quinto “oro” conquistato dalla cantina, dopo i quattro assegnati negli anni 2016, 2017 (a pari merito con la piemontese Viticoltori Associati Vinchio–Vaglio Serra), 2019 e 2021. L’attestato ufficiale di vittoria è stato consegnato lo scorso 30 giugno nella cerimonia di premiazione svoltasi a Deidesheim, in Germania.

I vini valutati nel test di comparazione qualitativa. Il premio prende in considerazione 6 vini per ciascuna cantina cooperativa in gara, suddivisi in tre categorie. Quelli inviati dalla cantina, sono stati: Recioto Docg Classico DV Vigneti di Moron 2017 nella categoria specialità regionale; Amarone Docg Classico DV 2019, Ripasso Doc Classico Superiore DV 2020, Valpolicella Doc Classico Superiore DV 2019 nella categoria best seller; Amarone Docg Classico DV Jago 2016 e Valpolicella Doc Classico Superiore DV Verjago 2019 nella categoria linea top. “E’ con orgoglio che accogliamo questo quinto riconoscimento che premia la qualità dei nostri vini, un riconoscimento che qualifica la cantina e la Valpolicella sui mercati internazionali”, aggiunge Daniele Accordini, dg ed enologo della cantina.

Cantina Valpolicella Negrar conta 244 soci che coltivano oltre 700 ettari di vigneti ubicati in prevalenza nelle colline della Valpolicella Classica e in zone veronesi Doc. E’ il primo produttore di vini bio per estensione di vigneti in Valpolicella (150 ha), ora anche nel territorio del Bardolino. La produzione supera 9 milioni di bottiglie l’anno, il fatturato consolidato nel 2020/21 è stato di 43.200.000 euro.

Articolo precedenteIl Gambero Rosso sbarca al Monte Faito
Articolo successivoNapoli, presentato il Bufala Fest 2022
Redazione di Eroi del Gusto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.