World Sustainability Organisation lancia una campagna di sensibilizzazione in Italia

0
agricoltura

Standard di certificazione globale per l’acquacoltura e l’agricoltura sostenibili sono ora disponibili per aiutare i produttori alimentari italiani a soddisfare la crescente domanda del mercato per una legittima azione ambientale

ROMA. World Sustainability Organization (WSO), lo standard di certificazione preminente per prodotti e servizi che rispettano e proteggono l’ambiente, ha annunciato oggi l’inizio di una campagna di sensibilizzazione in Italia. WSO gestisce Friend of the Sea (FOS) e Friend of the Earth (FOE), che certificano rispettivamente prodotti ittici e prodotti agricoli per pratiche sostenibili. Dopo aver superato un controllo rigoroso, le aziende italiane che soddisfano i criteri per la certificazione possono disporre dell’eco-etichetta FOE o FOS sui loro prodotti. Oltre 900 aziende in 70 paesi hanno prodotti certificati Friend of the Sea o Friend of the Earth.

 “Siamo veramente ad un punto di svolta, a livello mondiale, in termini di consapevolezza dei consumatori sulla sostenibilità visto quanto influisce sul cibo che ognuno di noi mangia”, ha dichiarato Paolo Bray, Direttore di Friend of the Sea. “C’è un interesse sincero tra i consumatori che stanno dimostrando, con le loro decisioni di voler premiare i marchi che più tengono all’ambiente. Ora, i produttori di alimenti in Italia possono avvalersi di questa opportunità di crescita anche a beneficio del pianeta che tutti condividiamo”.

La sfida, secondo Bray, è la credibilità del marchio. “A parte la consapevolezza in aumento, le persone potrebbero essere scettiche riguardo all’inflazione delle auto-affermazioni sulla sostenibilità. World Sustainability Organization offre ora ai consumatori la possibilità di individuare e scegliere immediatamente prodotti e servizi che rispettino l’ambiente marino o l’habitat terrestre”.

WSO offre una certificazione di sostenibilità terza accreditata a livello nazionale per rassicurare i consumatori sul fatto che un prodotto sia verificato in base a severi requisiti di sostenibilità. “Offriamo un modo credibile ed efficace per agricoltori, aziende alimentari e produttori ittici per dimostrare il loro impegno verso pratiche di gestione sostenibili”, ha aggiunto Bray.

Per ottenere la certificazione Friend of the Sea o Friend of the Earth, un prodotto deve essere conforme a standard chiari attraverso il superamento di un rigoroso controllo indipendente da parte di terzi. Il processo di revisione comporta la consultazione delle parti interessate, un audit in loco e ri-certificazioni annuali costanti. L’azienda deve dimostrare un impegno nella conservazione e nella protezione dell’ecosistema. Ciò include le pratiche di allevamento e di gestione della pesca. I prodotti chimici utilizzati nel processo di produzione devono soddisfare i criteri di sostenibilità. Anche l’uso di energia, la gestione dei rifiuti, la conformità normativa, e la responsabilità sociale delle imprese sono valutati dal revisore.

Le certificazioni Friend of the Sea e Friend of the Earth possono anche essere concesse per altri prodotti e servizi che potrebbero avere un potenziale impatto sull’habitat marino e sull’ambiente. Gli esempi includono creme UV così come cosmetici e prodotti nutrizionali con olio di pesce Omega-3. Anche le navi da crociera, i ristoranti e gli acquari sono idonei per la certificazione.

Il WSO ha, nel corso degli anni, sostenuto e sviluppato progetti di conservazione e campagne per proteggere le specie in via di estinzione, come storione, albatros, delfini, balene, squali, barriere coralline, lumache e farfalle. Le aziende e i consumatori che si affidano alle certificazioni Friend of the Sea e Friend of the Earth possono in questo modo supportare le dinamiche di conservazione nella scelta dei prodotti certificati.

Friend of the Earth

L’obiettivo generale di WSO è la conservazione degli ecosistemi. Nel caso di Friend of the Earth, la realizzazione di questo obiettivo implica certificare che l’agrobusiness stia preservando e conservando la biodiversità zootecnica e il patrimonio genetico. L’obiettivo è favorire uno stretto legame tra animale e territorio. L’audit prende in esame anche il miglioramento della produzione a ciclo chiuso e della produzione di mangimi che rispettano i principi UE dell’agricoltura biologica, assicurando l’assenza o la drastica riduzione dell’uso di sostanze chimiche. Altri criteri includono l’inquadratura all’aperto con ridotta densità di carico, il recupero del concime animale, il rispetto del benessere degli animali e la responsabilità sociale.

Friend of the Sea

Friend of the Sea segue un protocollo di certificazione paragonabile a Friend of the Earth, ma si concentra sulla sostenibilità nell’ambiente marino. Controlla le imprese di pesca, i trasformatori ittici, le strutture per la piscicoltura e i produttori di derivati dai frutti di mare come gli oli di pesce omega 3. Friend of the Sea promuove progetti pilota relativi a ristoranti, spedizioni sostenibili, osservazione di balene e delfini, acquari, pesci ornamentali, creme UV e altri.

Affrontare un serio problema globale

WSO sta affrontando le conseguenze dell’aumento della popolazione mondiale che ha generato una crescita esponenziale della domanda di cibo. Questa crescita ha avuto impatti significativi sull’ambiente. “Pratiche insostenibili di produzione agricola hanno provocato danni molto gravi sia alla terra che al mare”, ha osservato Bray. “Quello che dobbiamo considerare, che piaccia o no, è ciò che significa veramente il concetto di ‘insostenibile’. Produzione di cibo non sostenibile significa che inizieremo a rimanerne senza. È così semplice e importante. Dobbiamo lavorare ora per evitare questa minaccia molto seria”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.