Cerveteri DOC

0

Il vino Cerveteri DOC è un vino prodotto nelle province di Roma e Viterbo nella Regione Lazio

La denominazione di origine controllata Cerveteri è riservata ai vini che rispondono alle condizioni ed ai requisiti del disciplinare di produzione per le seguenti tipologie: Cerveteri bianco; Cerveteri bianco amabile; Cerveteri bianco frizzante; Cerveteri rosso; Cerveteri rosso amabile; Cerveteri rosato; Cerveteri rosato frizzante; Cerveteri Trebbiano o Procanico.

I vini a denominazione di origine controllata Cerveteri devono essere ottenuti esclusivamente mediante la vinificazione delle uve prodotte da vigneti situati nella zona indicata che, nell’ambito aziendale presentino la seguente composizione ampelografica:

Cerveteri bianco:

Trebbiano toscano (localmente detto Procanico) per almeno il 50%; Malvasia di Candia fino ad un massimo del 35%; altri vitigni a bacca bianca, idonei alla coltivazione per la Regione Lazio, fino ad un massimo del 15%.

Cerveteri rosso:

Sangiovese e Montepulciano congiuntamente in misura non inferiore al 60%, con un minimo di presenza dell’uno o dell’altro vitigno non inferiore al 25%; Merlot fino ad un massimo del 35%; altri vitigni a bacca rossa idonei alla coltivazione per la Regione Lazio, fino al 15%;

Cerveteri Trebbiano o Procanico:

Trebbiano toscano (localmente detto Procanico) per almeno l’85%; altri vitigni a bacca bianca, idonei alla coltivazione per la Regione Lazio, fino ad un massimo del 15%.

Le caratteristiche naturali dell’ambiente, come i terreni, i microclimi, la giacitura e l’esposizione in cui si trovano i vigneti ammessi alla produzione dei vini a denominazione di origine controllata Cerveteri, devono essere atte a conferire a detti vini le specifiche caratteristiche di qualità.

Cerveteri DOC

RegioneLazio
ProvinciaRoma e Viterbo
DenominazioneCerveteri DOC
Anno di registrazioneDOC dal 30.10.1974
TipologiaCerveteri bianco
Cerveteri bianco amabile
Cerveteri bianco frizzante
Cerveteri rosso
Cerveteri rosso amabile
Cerveteri rosato
Cerveteri rosato frizzante
Cerveteri Trebbiano o Procanico
Base ampelograficaCerveteri bianco:
Trebbiano toscano (localmente detto Procanico) per almeno il 50%; Malvasia di Candia fino ad un massimo del 35%; altri vitigni a bacca bianca, idonei alla coltivazione per la Regione Lazio, fino ad un massimo del 15%.
Cerveteri rosso:
Sangiovese e Montepulciano congiuntamente in misura non inferiore al 60%, con un minimo di presenza dell'uno o dell'altro vitigno non inferiore al 25%; Merlot fino ad un massimo del 35%; altri vitigni a bacca rossa idonei alla coltivazione per la Regione Lazio, fino al 15%;
Cerveteri Trebbiano o Procanico:
Trebbiano toscano (localmente detto Procanico) per almeno l'85%; altri vitigni a bacca bianca, idonei alla coltivazione per la Regione Lazio, fino ad un massimo del 15%
Zona di raccolta uveInteri territori dei comuni di Cerveteri, Ladispoli, Santa Marinella e Civitavecchia e da parte dei territori dei comuni di Roma, Allumiere e Tolfa, tutti in provincia di Roma e da parte del comune di Tarquinia in provincia di Viterbo
ImbottigliamentoStesso territorio amministrativo delle zone di raccolta delle uve
Bottiglia e tappoI vini a denominazione di origine controllata Cerveteri devono essere immessi al consumo esclusivamente in recipienti di capacità nominale fino a 10 litri.
È consentito confezionare i vini a denominazione di origine controllata Cerveteri senza specificazioni aggiuntive, in contenitori alternativi al vetro costituiti da un otre in materiale plastico pluristrato di polietilene e poliestere racchiuso in un involucro di cartone o di altro materiale rigido, di capacità non inferiore a 2 litri
Articolo precedenteDegustazioni Dop tra i sentieri più nascosti delle terre del Primitivo di Manduria
Articolo successivoChristian Costantino vince la Roku Shun Competition 2021

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.