Etna DOC

0
uva

Il vino Etna DOC è un vino prodotto nella provincia di Catania nella Regione Sicilia

La denominazione di origine controllata Etna è riservata ai seguenti vini che rispondono alle condizioni e ai requisiti stabiliti nel disciplinare di produzione:

Etna bianco, Etna bianco superiore, Etna rosso, Etna rosso riserva, Etna rosato, Etna spumante.

La produzione della tipologia Etna bianco superiore è riservata ai vini ottenuti da uve prodotte nella zona delimitata ricadente nel comune di Milo.

I vini a denominazione di origine controllata Etna devono essere ottenuti dalle uve prodotte dai vigneti aventi, nell’ambito aziendale, la seguente composizione ampelografica:

Etna bianco:

Carricante minimo 60%; Catarratto bianco comune o lucido da 0 a 40%. Possono concorrere alla produzione di detto vino, fino ad un massimo del 15% del totale, anche uve provenienti dai vitigni Trebbiano, Minnella bianca e altri vitigni a bacca bianca non aromatici idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.

Etna bianco superiore:

Carricante minimo 80%. Possono concorrere alla produzione di detto vino, fino ad un massimo del 20% del totale, anche uve provenienti dai vitigni Trebbiano, Minnella bianca e altri vitigni a bacca bianca non aromatici idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.

Etna rosso (anche riserva), Etna rosato:

Nerello Mascalese minimo 80%; Nerello Mantellato (Nerello Cappuccio) da 0 a 20%. Possono concorrere alla produzione di detti vini, fino ad un massimo del 10% del totale, anche uve provenienti da altri vitigni a bacca bianca, non aromatici, idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.

Etna spumante (rosato o vinificato in bianco):

Nerello Mascalese minimo 60%. Possono concorrere alla produzione di detto vino, nella misura massima del 40% altri vitigni idonei alla coltivazione nella Regione Sicilia.

Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla produzione dei vini a denominazione di origine controllata Etna devono essere quelle tradizionali della zona e, comunque, atte a conferire alle uve e al vino derivato le specifiche caratteristiche.

Etna DOC

RegioneSicilia
ProvinciaCatania
DenominazioneEtna DOC
Anno di registrazioneDOC dal 11.08.1968
TipologiaEtna bianco
Etna bianco superiore
Etna rosso
Etna rosso riserva
Etna rosato
Etna spumante
Base ampelograficaEtna bianco:
Carricante minimo 60%; Catarratto bianco comune o lucido da 0 a 40%. Possono concorrere alla produzione di detto vino, fino ad un massimo del 15% del totale, anche uve provenienti dai vitigni Trebbiano, Minnella bianca e altri vitigni a bacca bianca non aromatici idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.
Etna bianco superiore:
Carricante minimo 80%. Possono concorrere alla produzione di detto vino, fino ad un massimo del 20% del totale, anche uve provenienti dai vitigni Trebbiano, Minnella bianca e altri vitigni a bacca bianca non aromatici idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.
Etna rosso (anche riserva), Etna rosato:
Nerello Mascalese minimo 80%; Nerello Mantellato (Nerello Cappuccio) da 0 a 20%. Possono concorrere alla produzione di detti vini, fino ad un massimo del 10% del totale, anche uve provenienti da altri vitigni a bacca bianca, non aromatici, idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.
Etna spumante (rosato o vinificato in bianco):
Nerello Mascalese minimo 60%. Possono concorrere alla produzione di detto vino, nella misura massima del 40% altri vitigni idonei alla coltivazione nella Regione Sicilia
Zona di raccolta uveBiancavilia, S. Maria di Licodia, Paternò, Belpasso, Nicolosi, Pedara, Trecastagni, Viagrande, Aci S. Antonio, Acireale, S. Venerina, Giarre, Mascali, Zafferana, Milo, S. Alfio, Piedimonte, Linguaglossa, Castiglione, Randazzo
ImbottigliamentoStesso territorio amministrativo delle zone di raccolta delle uve
Bottiglia e tappoI vini possono essere immessi al consumo soltanto in contenitori di vetro di volume nominale fino a 5 litri.
Per i vini spumanti sono consentiti tutti i sistemi di chiusura previsti dalla normativa vigente.
Per gli altri vini a denominazione di origine controllata Etna è obbligatorio l’utilizzo del tappo raso bocca di sughero o di altri materiali consentiti dalla normativa vigente.
Limitatamente alle confezioni da litri 0,187 a litri 0,375 è ammessa la chiusura con tappo a vite
Articolo precedenteIl Chiaretto di Bardolino con 100 Note in Rosa anche in autunno
Articolo successivoConsorzio Colli Berici e Vicenza, musica e arte si incontrano a Gustus

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.