Montello – Colli Asolani DOC

0
uva

Il vino Montello – Colli Asolani DOC è un vino prodotto nella provincia di Treviso nella Regione Veneto

La denominazione di origine controllata Montello – Colli Asolani è riservata ai vini che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione, per le seguenti categorie e tipologie:

Bianco; Bianchetta; Chardonnay; Chardonnay spumante; Pinot grigio; Pinot bianco; Pinot bianco spumante; Manzoni bianco; Rosso; Merlot; Cabernet; Cabernet Sauvignon; Cabernet Franc; Carmenère; Recantina; Venegazzù; Venegazzù superiore.

La denominazione di origine controllata Montello – Colli Asolani, accompagnata da una delle seguenti specificazioni di vitigno:

Chardonnay, Pinot grigio, Pinot bianco, Manzoni bianco, Merlot, Cabernet (da Cabernet franc e/o Cabernet Sauvignon e/o Carmenére), Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Carmenère, Bianchetta e Recantina, è riservata ai vini provenienti dalle uve dei vigneti composti dai corrispondenti vitigni per almeno l’85%. Possono concorrere fino ad un massimo del 15% le uve dei vitigni a bacca di colore analogo esclusi gli aromatici, idonei alla coltivazione per la provincia di Treviso.

La denominazione di origine controllata Montello – Colli Asolani rosso è riservata al vino ottenuto dalle uve, dai mosti e dai vini delle seguenti varietà, provenienti dai vigneti di un unico ambito aziendale, idonei alla produzione dei vini nella seguente composizione:

Cabernet Sauvignon dal 40% al 70%, Merlot e/o Cabernet Franc e/o Carmenère dal 30% al 60%. Possono concorrere fino ad un massimo del 15% le uve dei vitigni a bacca di colore analogo esclusi gli aromatici, idonei alla coltivazione per la provincia di Treviso.

La denominazione di origine controllata Montello – Colli Asolani bianco, è riservata al vino ottenuto dalle uve, dai mosti e dai vini delle seguenti varietà, provenienti dai vigneti di un unico ambito aziendale, idonei alla produzione dei vini nella seguente composizione:

Chardonnay dal 40% al 70%, Glera e/o Manzoni Bianco e/o Pinot bianco e/o Bianchetta dal 30% al 60%. Possono concorrere fino ad un massimo del 15% le uve dei vitigni a bacca di colore analogo esclusi gli aromatici, idonei alla coltivazione per la provincia di Treviso.

La denominazione di origine controllata Montello – Colli Asolani – Sottozona Venegazzù, anche in versione Superiore, è riservata al vino ottenuto dalle uve, dai mosti e da vini delle seguenti varietà, provenienti dai vigneti di un ambito aziendale, idonei alla produzione dei vini, nella seguente composizione:

Cabernet sauvignon dal 50% all’70%, Cabernet Franc e/o Carmenère e/o Merlot dal 30% al 50%. Possono concorrere fino ad un massimo del 15% le uve dei vitigni a bacca di colore analogo esclusi gli aromatici, idonei alla coltivazione per la provincia di Treviso.

Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla produzione dei vini devono essere quelle tradizionali della zona o comunque atte a conferire alle uve ed ai vini derivati le loro specifiche caratteristiche di qualità.

Montello - Colli Asolani DOC

RegioneVeneto
ProvinciaTreviso
DenominazioneMontello - Colli Asolani DOC
Anno di registrazioneDOC dal 27.06.1977
TipologiaMontello - Colli Asolani Rosso
Montello - Colli Asolani Merlot
Montello - Colli Asolani Cabernet
Montello - Colli Asolani Cabernet sauvignon
Montello - Colli Asolani Cabernet franc
Montello - Colli Asolani Venegazzù
Montello - Colli Asolani Carmenère
Montello - Colli Asolani Bianco
Montello - Colli Asolani Chardonnay
Montello - Colli Asolani Pinot Bianco
Montello - Colli Asolani Pinot grigio
Montello - Colli Asolani Bianchetta
Montello - Colli Asolani Manzoni Bianco
Montello - Colli Asolani Recantina
Montello - Colli Asolani Chardonnay spumante
Montello - Colli Asolani Pinot bianco spumante
Base ampelograficaLa denominazione di origine controllata Montello - Colli Asolani, accompagnata da una delle seguenti specificazioni di vitigno:
Chardonnay, Pinot grigio, Pinot bianco, Manzoni bianco, Merlot, Cabernet (da Cabernet franc e/o Cabernet Sauvignon e/o Carmenére), Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Carmenère, Bianchetta e Recantina, è riservata ai vini provenienti dalle uve dei vigneti composti dai corrispondenti vitigni per almeno l’85%. Possono concorrere fino ad un massimo del 15% le uve dei vitigni a bacca di colore analogo esclusi gli aromatici, idonei alla coltivazione per la provincia di Treviso.
La denominazione di origine controllata Montello - Colli Asolani rosso è riservata al vino ottenuto dalle uve, dai mosti e dai vini delle seguenti varietà, provenienti dai vigneti di un unico ambito aziendale, idonei alla produzione dei vini nella seguente composizione:
Cabernet Sauvignon dal 40% al 70%, Merlot e/o Cabernet Franc e/o Carmenère dal 30% al 60%. Possono concorrere fino ad un massimo del 15% le uve dei vitigni a bacca di colore analogo esclusi gli aromatici, idonei alla coltivazione per la provincia di Treviso.
La denominazione di origine controllata Montello - Colli Asolani bianco, è riservata al vino ottenuto dalle uve, dai mosti e dai vini delle seguenti varietà, provenienti dai vigneti di un unico ambito aziendale, idonei alla produzione dei vini nella seguente composizione:
Chardonnay dal 40% al 70%, Glera e/o Manzoni Bianco e/o Pinot bianco e/o Bianchetta dal 30% al 60%. Possono concorrere fino ad un massimo del 15% le uve dei vitigni a bacca di colore analogo esclusi gli aromatici, idonei alla coltivazione per la provincia di Treviso.
La denominazione di origine controllata Montello - Colli Asolani - Sottozona Venegazzù, anche in versione Superiore, è riservata al vino ottenuto dalle uve, dai mosti e da vini delle seguenti varietà, provenienti dai vigneti di un ambito aziendale, idonei alla produzione dei vini, nella seguente composizione:
Cabernet sauvignon dal 50% all’70%, Cabernet Franc e/o Carmenère e/o Merlot dal 30% al 50%. Possono concorrere fino ad un massimo del 15% le uve dei vitigni a bacca di colore analogo esclusi gli aromatici, idonei alla coltivazione per la provincia di Treviso
Zona di raccolta uveIntero territorio dei comuni di Castelcucco, Cornuda e Monfumo e parte del territorio dei comuni di: Asolo, Borso del Grappa, Caerano S. Marco, Cavaso del Tomba, Crespano del Grappa, Crocetta del Montello, Fonte, Giavera del Montello, Maser, Montebelluna, Nervesa della Battaglia, Paderno del Grappa, Pederobba, Possagno, S. Zenone degli Ezzelini e Volpago del Montello
ImbottigliamentoStesso territorio amministrativo delle zone di raccolta delle uve
Bottiglia e tappoTutti i vini designati con la denominazione di origine controllata Montello - Colli Asolani devono essere immessi al consumo in tradizionali bottiglie di vetro, nelle capacità ammesse dalla vigente normativa comunitaria e nazionale e comunque non superiore a 12 litri, con abbigliamento consono al loro carattere di pregio.
È consentito, in occasione di particolari eventi espositivi o promozionali, l’utilizzo di bottiglie tradizionali della capacità superiore a litri 12.
Per la chiusura delle bottiglie è consentito l’uso di tappi raso bocca in sughero, a vite a vestizione lunga ed altre tipologie e materiali innovativi ad esclusione delle tipologie prodotte nella versione spumante, per le quali sono ammesse le chiusure previste dalla vigente normativa.
Per la chiusura delle bottiglie della sottozona Venegazzù è obbligatorio il tappo di sughero raso bocca
Articolo precedenteConfagricoltura Toscana: “Male il 2021. Mancata produzione da 50% a 100%”
Articolo successivoMontepulciano d’Abruzzo DOC

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.