Noto DOC

0
uva

Il vino Noto DOC è un vino prodotto nella provincia di Siracusa nella Regione Sicilia

La denominazione di origine controllata Noto è riservata ai vini che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti nel disciplinare di produzione per le seguenti tipologie: Moscato di Noto; Moscato di Noto spumante; Moscato di Noto liquoroso; Moscato Passito di Noto o Passito di Noto; Noto rosso; Noto Nero d’Avola.

I vini devono essere ottenuti da uve provenienti da vigneti aventi nell’ambito aziendale, rispettivamente per le varie tipologie, la seguente composizione ampelografica:

Moscato di Noto, Moscato di Noto spumante, Moscato di Noto liquoroso, Moscato Passito di Noto o Passito di Noto:

interamente dal vitigno Moscato bianco;

Noto rosso:

Nero d’Avola: minimo il 65%. Per la rimanente parte possono concorrere alla produzione di detto vino altri vitigni a bacca nera, non aromatici, idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.

Noto Nero d’Avola:

Nero d’Avola minimo l’85%. Per la rimanente parte possono concorrere alla produzione di detto vino altri vitigni a bacca nera, non aromatici, idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.

Le condizioni ambientali e di coltivazione dei vigneti destinati alla produzione dei vini devono essere quelle tradizionali della zona e comunque atte a conferire al vino le specifiche caratteristiche di qualità.

Noto DOC

RegioneSicilia
ProvinciaSiracusa
DenominazioneNoto DOC
Anno di registrazioneDOC dal 14.03.1974
TipologiaMoscato di Noto
Moscato di Noto Spumante
Moscato di Noto liquoroso
Moscato Passito di Noto o Passito di Noto
Noto rosso
Noto Nero d’Avola
Base ampelograficaMoscato di Noto, Moscato di Noto spumante, Moscato di Noto liquoroso, Moscato Passito di Noto o Passito di Noto: interamente dal vitigno Moscato bianco;
Noto rosso: Nero d’Avola: minimo il 65%. Per la rimanente parte possono concorrere alla produzione di detto vino altri vitigni a bacca nera, non aromatici, idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.
Noto Nero d’Avola: Nero d’Avola minimo l’85%. Per la rimanente parte possono concorrere alla produzione di detto vino altri vitigni a bacca nera, non aromatici, idonei alla coltivazione nella regione Sicilia
Zona di raccolta uveNoto, Rosolini, Pachino e Avola
ImbottigliamentoStesso territorio amministrativo delle zone di raccolta delle uve
Bottiglia e tappoI vini possono essere immessi al consumo soltanto in recipienti di vetro di volume nominale fino a litri 1,5 chiusi con i sistemi ammessi dalle norme vigenti, escluso il sistema di chiusura con tappo corona. È ammessa tuttavia la confezione in bottiglia fino a lt. 3,00 esclusivamente in bottiglia bordolese
Articolo precedenteLa CNN e il NYT incoronano Napoli come meta più suggestiva del 2022
Articolo successivoLa Progettazione Alimentare: Food Design

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.