Primitivo di Manduria DOC

0

Il vino Primitivo di Manduria DOC è un vino prodotto nelle province di Taranto e Brindisi nella Regione Puglia

La Denominazione di Origine Controllata Primitivo di Manduria è riservata ai vini rossi che rispondono alle condizioni e ai requisiti stabiliti nel disciplinare di produzione per le seguenti tipologie: Primitivo di Manduria e Primitivo di Manduria Riserva.

I vini della Denominazione di Origine Controllata Primitivo di Manduria devono essere ottenuti dalle uve provenienti dai vigneti aventi, nell’ambito aziendale, la seguente composizione ampelografia:

Primitivo: minimo 85%. Possono concorrere, da sole o congiuntamente, alla produzione dei suddetti vini, le uve dei vitigni a bacca nera non aromatici, idonei alla coltivazione nelle province di Taranto e Brindisi, fino a un massimo del 15%.

Le condizioni ambientali di coltura dei vigneti destinati alla produzione dei vini a D.O.C. Primitivo di Manduria in tutte le tipologie devono essere quelle tradizionali della zona e comunque atte a conferire alle uve e al vino derivato le specifiche caratteristiche di qualità.

Primitivo di Manduria DOC

RegionePuglia
ProvinciaTaranto e Brindisi
DenominazionePrimitivo di Manduria DOC
Anno di registrazioneDOC dal 30.10.1974
TipologiaPrimitivo di Manduria
Primitivo di Manduria Riserva
Base ampelograficaPrimitivo: minimo 85%. Possono concorrere, da sole o congiuntamente, alla produzione dei suddetti vini, le uve dei vitigni a bacca nera non aromatici, idonei alla coltivazione nelle province di Taranto e Brindisi, fino a un massimo del 15%
Zona di raccolta uveIn provincia di Taranto, i territori dei comuni di Manduria, Carosino, Monteparano, Leporano, Pulsano, Faggiano, Roccaforzata, San Giorgio Jonico,San Marzano di San Giuseppe, Fragagnano, Lizzano, Sava, Torricella, Maruggio, Avetrana, e quello della frazione di Talsano e delle isole amministrative del comune di Taranto, intercluse nei territori dei comuni di Fragagnano e Lizzano.
In provincia di Brindisi i territori dei comuni di Erchie, Oria e Torre S. Susanna
ImbottigliamentoStesso territorio amministrativo delle zone di raccolta delle uve
Bottiglia e tappoI vini possono essere immessi al consumo soltanto in recipienti di vetro di volume nominale fino a un massimo di litri 15.
Per gli stessi è obbligatorio il tappo raso bocca, tuttavia per le bottiglie fino a litri 0,25 è consentito anche l'uso del tappo a vite ad esclusione per la tipologia recante la menzione Riserva

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.