Roma DOC

0
vino Castel del Monte DOC

Il vino Roma DOC è un vino prodotto nelle province di Roma e Latina nella Regione Lazio

La denominazione di origine controllata Roma è riservata ai vini che rispondono alle condizioni ed ai requisiti prescritti dal disciplinare di produzione per le seguenti tipologie:

bianco; rosso; rosso riserva; rosato; Romanella spumante; Malvasia puntinata; Bellone.

La specificazione classico è consentita per i vini della zona di origine più antica ad esclusione della tipologia Romanella spumante.

La denominazione di origine controllata Roma è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti da vigneti composti, in ambito aziendale, dalla seguente composizione ampelografica:

Bianco e Romanella spumante:

Malvasia del Lazio non meno del 50%, Bellone, Bombino, Greco b., Trebbiano giallo, Trebbiano verde da soli o congiuntamente per almeno il 35%. Possono concorrere altri vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione per la Regione Lazio sino a un massimo del 15%.

Rosso, rosato:

Montepulciano non meno del 50%, Cesanese comune, Cesanese di Affile, Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Sirah da soli o congiuntamente per almeno il 35%. Possono concorrere altri vitigni a bacca rossa idonei alla coltivazione per la Regione Lazio sino a un massimo del 15%.

La denominazione di origine Roma, con la specificazione di uno dei seguenti vitigni:

Malvasia puntinata e Bellone è riservata ai vini bianchi ottenuti da uve provenienti da vigneti costituiti per almeno l’85% dai corrispondenti vitigni. Possono concorrere altri vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione per la Regione Lazio sino a un massimo del 15%.

Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla produzione dei vini devono essere quelle tradizionali della zona e comunque atte a conferire alle uve e ai vini derivanti le specifiche caratteristiche di qualità.

Roma DOC

RegioneLazio
ProvinciaRoma e Latina
DenominazioneRoma DOC
Anno di registrazioneDOC dal 02.08.2011
TipologiaRoma Bianco – Classico bianco
Roma Bellone – Classico Bellone
Roma Malvasia puntinata – Classico Malvasia puntinata
Roma Rosso – Classico rosso
Roma Rosso riserva - Classico rosso riserva
Roma Rosato – Classico rosato
Roma Romanella spumante
Base ampelograficaBianco e Romanella spumante:
Malvasia del Lazio non meno del 50%, Bellone, Bombino, Greco b., Trebbiano giallo, Trebbiano verde da soli o congiuntamente per almeno il 35%. Possono concorrere altri vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione per la Regione Lazio sino a un massimo del 15%.
Rosso, rosato:
Montepulciano non meno del 50%, Cesanese comune, Cesanese di Affile, Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Sirah da soli o congiuntamente per almeno il 35%. Possono concorrere altri vitigni a bacca rossa idonei alla coltivazione per la Regione Lazio sino a un massimo del 15%.
La denominazione di origine Roma, con la specificazione di uno dei seguenti vitigni:
Malvasia puntinata e Bellone è riservata ai vini bianchi ottenuti da uve provenienti da vigneti costituiti per almeno l’85% dai corrispondenti vitigni. Possono concorrere altri vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione per la Regione Lazio sino a un massimo del 15%
Zona di raccolta uveIntero territorio dei seguenti comuni ricadenti in provincia di Roma:
Affile, Albano Laziale, Allumiere, Anguillara Sabazia, Anzio, Arcinazzo Romano, Ardea, Ariccia, Bracciano, Campagnano di Roma, Canale Monterano, Capena, Castel Gandolfo, Castelnuovo di Porto, Cave, Cerveteri, Ciampino, Civitavecchia, Colonna, Fiano Romano, Fonte Nuova, Formello, Frascati, Gallicano nel Lazio, Genazzano, Genzano di Roma, Grottaferrata, Guidonia Montecelio, Ladispoli, Lanuvio, Lariano, Manziana, Marcellina, Marino, Mentana, Monte Compatri, Monte Porzio Catone, Montelibretti, Monterotondo, Montorio Romano, Moricone, Morlupo, Nemi, Nerola, Nettuno, Olevano Romano, Palestrina, Palombara Sabina, Pomezia, Rocca di Papa, Rocca Priora, Roiate, San Cesareo, San Polo dei Cavalieri, San Vito Romano, Santa Marinella, Sant’Angelo Romano, Tolfa, Trevignano Romano, Velletri, Zagarolo;
parte dei seguenti comuni:
Artena per la sola isola amministrativa compresa tra il confine di Lariano, Velletri e la provincia di Roma/Latina;
Fiumicino ad esclusione dell’isola Sacra;
Roma ad esclusione dell’area interna al GRA
ImbottigliamentoStesso territorio amministrativo delle zone di raccolta delle uve
Bottiglia e tappoI vini devono essere immessi al consumo soltanto in recipienti di vetro di volume nominale fino a 1,500 litri.
I sistemi di chiusura delle bottiglie sono quelli ammessi dalla legislazione vigente, con l’esclusione del tappo corona.
Per i vini spumanti sono previsti i sistemi di chiusura consentiti dalla normativa vigente
Articolo precedenteQuaranta lievitati in finale per “Divina Colomba”
Articolo successivo#vino&terroir ritorna con le degustazioni verticali

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.