Val Polcèvera DOC

0

Il vino Val Polcèvera DOC è un vino prodotto nella provincia di Genova nella Regione Liguria

La denominazione d’origine controllata Val Polcèvera è riservata ai seguenti vini che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti nel disciplinare di produzione:

Val Polcèvera bianco, anche nelle tipologie spumante di qualità, frizzante e passito; Val Polcèvera rosso, anche nelle tipologie novello e frizzante; Val Polcèvera rosato, anche nella tipologia frizzante, Val Polcèvera Bianchetta Genovese anche nella tipologia frizzante, Val Polcèvera Vermentino anche nella tipologia frizzante.

La denominazione di origine controllata Val Polcèvera può essere accompagnata dalla indicazione della sottozona Coronata, a condizione che i vini bianchi così designati provengano da uve della zona di produzione che rispondano ai particolari requisiti previsti dal disciplinare.

I vini devono essere ottenuti dalle uve prodotte dai vigneti aventi, nell’ambito aziendale, la seguente composizione ampelografica:

vini bianchi:

Vermentino, Bianchetta Genovese e Albarola, da soli o congiuntamente per almeno il 60%; possono concorrere alla produzione di detti vini altri vitigni a bacca bianca non aromatici, da soli o congiuntamente, riconosciuti idonei alla coltivazione nella Regione Liguria fino ad un massimo del 40.

vini rossi e rosati:

Dolcetto, Sangiovese e Ciliegiolo da soli o congiuntamente per almeno il 60%; possono concorrere alla produzione di detti vini altri vitigni a bacca nera non aromatici riconosciuti idonei alla coltivazione nella Regione Liguria fino ad un massimo del 40%.

I vini a denominazione di origine controllata Val Polcèvera con l’indicazione di uno dei seguenti vitigni:

Bianchetta Genovese e Vermentino devono essere ottenuti da uve provenienti dai corrispondenti vitigni per almeno l’85%. Possono concorrere alla produzione di detti vini, fino a un massimo del 15%, le uve dei vitigni a bacca di colore analogo, non aromatici, riconosciuti idonei alla coltivazione nella Regione Liguria.

Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla produzione dei vini a denominazione di origine controllata Val Polcèvera devono essere quelle normali della zona di produzione e, comunque, atte a conferire alle uve e ai vini le specifiche caratteristiche di qualità.

Val Polcèvera DOC

RegioneLiguria
ProvinciaGenova
DenominazioneVal Polcèvera DOC
Anno di registrazioneDOC dal 16.03.1999
TipologiaVal Polcevera bianco
Val Polcevera bianco frizzante
Val Polcevera rosso
Val Polcevera rosso frizzante
Val Polcevera rosso novello
Val Polcevera rosato
Val Polcevera rosato frizzante
Val Polcevera Bianchetta genovese
Val Polcevera Bianchetta genovese frizzante
Val Polcevera Vermentino
Val Polcevera Vermentino frizzante
Val Polcevera Passito
Val Polcevera spumante di qualità
Val Polcevera Coronata
Base ampelograficavini bianchi:
Vermentino, Bianchetta Genovese e Albarola, da soli o congiuntamente per almeno il 60%; possono concorrere alla produzione di detti vini altri vitigni a bacca bianca non aromatici, da soli o congiuntamente, riconosciuti idonei alla coltivazione nella Regione Liguria fino ad un massimo del 40.
vini rossi e rosati:
Dolcetto, Sangiovese e Ciliegiolo da soli o congiuntamente per almeno il 60%; possono concorrere alla produzione di detti vini altri vitigni a bacca nera non aromatici riconosciuti idonei alla coltivazione nella Regione Liguria fino ad un massimo del 40%.
I vini a denominazione di origine controllata Val Polcèvera con l’indicazione di uno dei seguenti vitigni:
Bianchetta Genovese e Vermentino devono essere ottenuti da uve provenienti dai corrispondenti vitigni per almeno l'85%. Possono concorrere alla produzione di detti vini, fino a un massimo del 15%, le uve dei vitigni a bacca di colore analogo, non aromatici, riconosciuti idonei alla coltivazione nella Regione Liguria
Zona di raccolta uveIn toto o in parte il territorio dei comuni di Genova, Sant'Olcese, Serra Ricco', Mignanego, Campomorone, Ceranesi e Mele
ImbottigliamentoStesso territorio amministrativo delle zone di raccolta delle uve
Bottiglia e tappoI vini a D.O.C. Val Polcevera possono essere immessi al consumo soltanto in recipienti di volume nominale fino a 60 litri.
I recipienti di vetro con capacità inferiore ai 5 litri, per ciò che concerne la presentazione, devono essere consoni ai tradizionali caratteri di un vino di pregio
Articolo precedenteColdiretti Toscana: “Fave battono clima e rincari”
Articolo successivoSabato del vignaiolo Fivi: il 14 maggio appuntamento a Castiglione in Teverina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.