Ad Acampora il premio “Rita Abagnale” di Slow Food

0

Il giovane trentunenne di Agerola ha vinto il premio per la sua idea di macelleria agricola

Si è tenuta a Castellammare di Stabia, mercoledì 9 gennaio, la prima edizione del premio dedicato alla memoria di Rita Abagnale, la fondatrice di Slow Food Campania. La serata evento, dal titolo significativo “Oje Rita, oje Rita mia!”, ha visto la premiazione del giovane Antonio Acampora, per la sua attività ad Agerola, da parte della figlia di Rita, la signora Lia Bozzaotre, di un premio in denaro del Pastificio Di Martino.

L’iniziativa è poi continuata con una cena degustazione tenuta da 22 tra chef e pizzaioli dell’Alleanza Slow Food di Cuochi e Pizzaioli della Campania e Basilicata, il cui ricavato è stato devoluto all’Ambulatorio di Nutrizione del presidio ospedaliero di Pagani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.