Alcamo DOC

0
uva

Il vino Alcamo DOC è un vino prodotto nelle province di Trapani e Palermo nella Regione Sicilia

La denominazione di origine controllata Alcamo è riservata ai vini che rispondono alle condizioni e ai requisiti prescritti dal disciplinare di produzione per le tipologie bianco, anche spumante, bianco classico, vendemmia tardiva, Catarratto, Ansonica o Inzolia, Grillo, Grecanico, Chardonnay, Muller Thurgau, Sauvignon, rosato, anche spumante, rosso, anche riserva e novello, Calabrese o Nero d’Avola, Cabernet sauvignon, Merlot e Syrah.

La specificazione classico è riservata al vino bianco che segue le specifiche norme di produzione e non può essere abbinata ad alcuna altra menzione.

I vini della denominazione di origine Alcamo seguiti da una delle specificazioni devono essere ottenuti dalle uve prodotte dai vigneti aventi, nell’ambito aziendale, la seguente composizione ampelogafica:

Bianco, bianco spumante e vendemmia tardiva:

Catarratti, non meno del 60%;

Ansonica o Inzolia, Grillo, Grecanico, Chardonnay, Muller Thurgau e Sauvignon, da soli o congiuntamente, fino ad un massimo del 40%.

Possono concorrere alla produzione di detti vini, fino ad un massimo del 20%, le uve di uno o più vitigni idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.

Classico: Catarratto bianco comune e/o catarratto bianco lucido non meno dell’80%.

Possono concorrere alla produzione di detto vino, fino a un massimo del 20%, le uve di uno o più vitigni idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.

Rosato e rosato spumante:

Tali vini devono essere ottenuti dalla vinificazione in bianco dei seguenti vitigni: Nerello mascalese, Calabrese o Nero d’Avola, Sangiovese, Frappato, Perricone, Cabernet sauvignon, Merlot e Syrah, da soli o congiuntamente.

Rosso, rosso novello e rosso riserva: Calabrese o Nero d’Avola, non meno del 60%;

Frappato, Sangiovese, Perricone, Cabernet Sauvignon, Merlot o Syrah, da soli o congiuntamente, fino ad un massimo del 40%.

Possono concorrere alla produzione di detti vini, fino ad un massimo del 10%, le uve di uno o più vitigni idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.

Catarratto, Ansonica o Inzolia, Grillo, Grecanico, Chardonnay, Muller Thurgau, Sauvignon, Calabrese o Nero d’Avola, Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah: le uve dei rispettivi vitigni per non meno dell’85%.

Possono concorrere alla produzione di detti vini, fino ad un massimo del 15%, le uve di uno o più vitigni idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.

Le condizioni ambientali dei vigneti destinati alla produzione dei vini della denominazione di origine controllata Alcamo devono essere quelle normali della zona e atte a conferire alle uve le specifiche caratteristiche di qualità.

Alcamo DOC

RegioneSicilia
ProvinciaTrapani e Palermo
DenominazioneAlcamo DOC
Anno di registrazioneDOC dal 21.07.1972
TipologiaAlcamo Bianco
Alcamo Classico
Alcamo Bianco spumante
Alcamo Vendemmia tardiva
Alcamo Catarratto
Alcamo Ansonica o Inzolia
Alcamo Grillo
Alcamo Grecanico
Alcamo Chardonnay
Alcamo Muller Thurgau
Alcamo Sauvignon
Alcamo Rosato
Alcamo Rosato spumante
Alcamo Rosso
Alcamo Novello
Alcamo Riserva
Alcamo Calabrese o Nero d'Avola
Alcamo Cabernet sauvignon
Alcamo Merlot
Alcamo Syrah
Base ampelograficaBianco, bianco spumante e vendemmia tardiva:
Catarratti, non meno del 60%;
Ansonica o Inzolia, Grillo, Grecanico, Chardonnay, Muller Thurgau e Sauvignon, da soli o congiuntamente, fino ad un massimo del 40%.
Possono concorrere alla produzione di detti vini, fino ad un massimo del 20%, le uve di uno o più vitigni idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.
Classico: Catarratto bianco comune e/o catarratto bianco lucido non meno dell'80%.
Possono concorrere alla produzione di detto vino, fino a un massimo del 20%, le uve di uno o piu' vitigni idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.
Rosato e rosato spumante:
Tali vini devono essere ottenuti dalla vinificazione in bianco dei seguenti vitigni: Nerello mascalese, Calabrese o Nero d'Avola, Sangiovese, Frappato, Perricone, Cabernet sauvignon, Merlot e Syrah, da soli o congiuntamente.
Rosso, rosso novello e rosso riserva: Calabrese o Nero d'Avola, non meno del 60%;
Frappato, Sangiovese, Perricone, Cabernet Sauvignon, Merlot o Syrah, da soli o congiuntamente, fino ad un massimo del 40%.
Possono concorrere alla produzione di detti vini, fino ad un massimo del 10%, le uve di uno o più vitigni idonei alla coltivazione nella regione Sicilia.
Catarratto, Ansonica o Inzolia, Grillo, Grecanico, Chardonnay, Muller Thurgau, Sauvignon, Calabrese o Nero d'Avola, Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah: le uve dei rispettivi vitigni per non meno dell'85%.
Possono concorrere alla produzione di detti vini, fino ad un massimo del 15%, le uve di uno o più vitigni idonei alla coltivazione nella regione Sicilia
Zona di raccolta uveAlcamo ed in parte il territorio dei comuni di Calatafimi, Castellammare del Golfo, Gibellina, Balestrate, Camporeale, Monreale, Partinico, San Cipirello e San Giuseppe Jato
ImbottigliamentoStesso territorio amministrativo delle zone di raccolta delle uve
Bottiglia e tappoL'immissione al consumo dei vini va fatta esclusivamente in contenitori di vetro.
La tappatura di tali recipienti, qualora di capacità fino a 5 litri, esclusi gli spumanti, deve essere fatta con tappo raso bocca.
Per le confezioni fino a 0,375 litri è ammesso il tappo a vite
Articolo precedenteAlcamo Rosato spumante
Articolo successivoAlcamo Bianco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.