Cantina Tramin: Leo Tiefenthaler confermato presidente

0
Wolfgang Klotz, Willi Stürz, LeoTiefenthaler

I soci dell’Azienda cooperativa riuniti per eleggere il nuovo Consiglio direttivo. Rinnovata la carica anche al vicepresidente Franz Scarizuola

BOLZANO. L’Assemblea ordinaria dei soci ha confermato a larga maggioranza Leo Tiefenthaler (il primo a destra nell’immagine di copertina, insieme con Wolfgang Klotz  e Willi Stürz) nel ruolo di presidente di Cantina Tramin. Il presidente si è dichiarato estremamente soddisfatto del consenso raccolto, sottolineando il senso di appartenenza che contraddistingue i membri dell’Assemblea: “Una sola persona non fa nulla in una cooperativa, ma tutte insieme possono realizzare grandi cose”.

Le elezioni hanno registrato una partecipazione record nella storia della Cantina. Oltre al presidente Tiefenthaler, ai vertici di Tramin dal 2004, i soci hanno rinnovato la fiducia anche al vicepresidente Franz Scarizuola. Tali risultati si prestano a essere letti come la volontà, da parte dei soci, di proseguire un percorso di crescita e successo all’insegna della continuità, riconoscendo la qualità del lavoro svolto dal 2004 a oggi anche alla luce di una chiusura di bilancio nettamente positivo presentato, per l’occasione, dall’amministratore delegato Stephan Dezini.

Tra le numerose attività svolte, il responsabile delle vendite Wolfgang Klotz ha illustrato il workshop internazionale che ha coinvolto i maggiori esperti di Gewürztraminer. Lo scorso ottobre, circa 100 sommelier provenienti da 13 Paesi si sono riuniti a Cantina Tramin per confrontarsi sulle caratteristiche e potenzialità del Gewürztraminer. La passione di Tramin per questo vitigno è già stata premiata a settembre con il riconoscimento ottenuto dal Gewürztraminer Terminum come terzo miglior vino in Italia ai “Best Italian Wine Awards”.

“Il 2019 è stato un anno molto intenso per Cantina Tramin – afferma Willi Stürz, enologo – Ringraziamo i soci per il lavoro svolto e invitiamo tutti a proseguire la strada della viticoltura di qualità. Un alto valore aggiunto riguarda l’occhio di riguardo per i temi ambientali, relativi al consumo dell’acqua, alla protezione delle colture, alla vita del suolo e alla tutela della biodiversità”.

Gli altri membri del Consiglio direttivo confermati dal precedente mandato sono Anton Kieser, Alois Tengler, Dr. Manfred Huber, Hermann Franzelin e Helmut Kofler, mentre i nuovi entrati sono Josef Amort, Erich Mayr, Patrick Pernstich e Greta Oberhofer.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.