Colli di Rimini DOC

0
uva

Il vino Colli di Rimini DOC è un vino prodotto nella provincia di Rimini nella Regione Emilia-Romagna

La denominazione di origine controllata Colli di Rimini è riservata ai vini bianchi e rossi che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione.

Tali vini sono i seguenti: Colli dii Rimini rosso; Colli di Rimini bianco; Colli di Rimini Cabernet Sauvignon (anche nella tipologia riserva); Colli di Rimini Biancame; Colli di Rimini Rébola (anche nelle tipologie secco, amabile, dolce, passito); Colli di Rimini Sangiovese (anche nelle tipologie superiore e riserva).

La denominazione di origine controllata Colli di Rimini, accompagnata facoltativamente dal riferimento ai colori rosso e bianco, ed obbligatoriamente da una delle specificazioni di cui appresso, è riservata ai vini ottenuti da uve di vitigni, idonei alla coltivazione in regione Emilia-Romagna provenienti da vigneti, aventi nell’ambito aziendale, la seguente composizione ampelografica:

Colli di Rimini Rosso:

vitigno Sangiovese n.: dal 60% al 75%; vitigno Cabernet Sauvignon n.: dal 15% al 25%. Inoltre possono concorrere alla produzione di detto vino i seguenti vitigni, presenti in ambito aziendale, da soli o congiuntamente: Merlot n., Barbera n., Montepulciano n., Ciliegiolo n., Terrano n., Ancellotta n.,fino ad un massimo del 25%;

Colli di Rimini Bianco:

vitigno Trebbiano romagnolo b.: dal 50% al 70%; vitigni Biancame b. e Mostosa b., da soli o congiuntamente: dal 30% al 50%. Inoltre possono concorrere alla produzione di detto vino le uve dei vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione in regione Emilia-Romagna, presenti nell’ambito aziendale, fino ad un massimo del 20%, di cui un massimo del 5% di vitigni a bacca bianca aromatici;

Colli di Rimini Cabernet Sauvignon (anche nella tipologia riserva):

vitigno Cabernet Sauvignon n.: minimo 85%. Inoltre possono concorrere alla produzione di detto vino altri vitigni a bacca di colore analogo, presenti in ambito aziendale e idonei alla coltivazione in regione Emilia-Romagna, fino ad un massimo del 15%.

Colli di Rimini Biancame:

Biancame b.: minimo 85%. Inoltre possono concorrere alla produzione di detto vino i seguenti vitigni, presenti in ambito aziendale, da soli o congiuntamente: Pignoletto b., Chardonnay b., Riesling italico b., Sauvignon b., Pinot bianco b., Muller Thurgau b. fino ad un massimo del 15%.

Colli di Rimini Rébola (anche nelle tipologie secco, amabile, dolce, passito):

Pignoletto b.: minimo 85%. Inoltre possono concorrere alla produzione di detto vino i seguenti vitigni, presenti in ambito aziendale, da soli o congiuntamente: Biancame b., Mostosa b., Trebbiano romagnolo b., fino ad un massimo del 15%.

Colli di Rimini Sangiovese (anche nelle tipologie superiore e riserva):

vitigno Sangiovese n.: minimo 85%. Inoltre possono concorrere alla produzione di detto vino altri vitigni a bacca di colore analogo, presenti in ambito aziendale e idonei alla coltivazione in regione Emilia Romagna, fino ad un massimo del 15%.

Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla produzione dei vini Colli di Rimini devono essere quelle tradizionali della zona e, comunque, atte a conferire alle uve, al mosto ed al vino derivato le specifiche caratteristiche di qualità. Sono pertanto da considerarsi idonei i terreni collinari, pedecollinari ed i terrazzi fluviali a tessitura limoso/argillosa su substrato ghiaioso o ricchi di scheletro.

Colli di Rimini DOC

RegioneEmilia-Romagna
ProvinciaRimini
DenominazioneColli di Rimini DOC
Anno di registrazioneDOC dal 19.11.1996
TipologiaColli di Rimini Rosso
Colli di Rimini Bianco
Colli di Rimini Cabernet Sauvignon
Colli di Rimini Cabernet Sauvignon Riserva
Colli di Rimini Biancame
Colli di Rimini Rébola (tipo secco)
Colli di Rimini Rébola amabile
Colli di Rimini Rébola dolce
Colli di Rimini Rébola passito
Colli di Rimini Sangiovese
Colli di Rimini Sangiovese Superiore
Colli di Rimini Sangiovese riserva
Base ampelograficaColli di Rimini Rosso:
vitigno Sangiovese n.: dal 60% al 75%; vitigno Cabernet Sauvignon n.: dal 15% al 25%. Inoltre possono concorrere alla produzione di detto vino i seguenti vitigni, presenti in ambito aziendale, da soli o congiuntamente: Merlot n., Barbera n., Montepulciano n., Ciliegiolo n., Terrano n., Ancellotta n.,fino ad un massimo del 25%;
Colli di Rimini Bianco:
vitigno Trebbiano romagnolo b.: dal 50% al 70%; vitigni Biancame b. e Mostosa b., da soli o congiuntamente: dal 30% al 50%. Inoltre possono concorrere alla produzione di detto vino le uve dei vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione in regione Emilia-Romagna, presenti nell’ambito aziendale, fino ad un massimo del 20%, di cui un massimo del 5% di vitigni a bacca bianca aromatici;
Colli di Rimini Cabernet Sauvignon (anche nella tipologia riserva):
vitigno Cabernet Sauvignon n.: minimo 85%. Inoltre possono concorrere alla produzione di detto vino altri vitigni a bacca di colore analogo, presenti in ambito aziendale e idonei alla coltivazione in regione Emilia-Romagna, fino ad un massimo del 15%.
Colli di Rimini Biancame:
Biancame b.: minimo 85%. Inoltre possono concorrere alla produzione di detto vino i seguenti vitigni, presenti in ambito aziendale, da soli o congiuntamente: Pignoletto b., Chardonnay b., Riesling italico b., Sauvignon b., Pinot bianco b., Muller Thurgau b. fino ad un massimo del 15%.
Colli di Rimini Rébola (anche nelle tipologie secco, amabile, dolce, passito); Pignoletto b.: minimo 85%. Inoltre possono concorrere alla produzione di detto vino i seguenti vitigni, presenti in ambito aziendale, da soli o congiuntamente: Biancame b., Mostosa b., Trebbiano romagnolo b.,fino ad un massimo del 15%.
Colli di Rimini Sangiovese (anche nelle tipologie superiore e riserva):
vitigno Sangiovese n.: minimo 85%. Inoltre possono concorrere alla produzione di detto vino altri vitigni a bacca di colore analogo, presenti in ambito aziendale e idonei alla coltivazione in regione Emilia Romagna, fino ad un massimo del 15%
Zona di raccolta uveIntero territorio amministrativo dei comuni di Coriano, Gemmano, Mondaino, Monte Colombo, Montefiore Conca, Monte Gridolfo, Montescudo, Morciano di Romagna, Poggio Berni, Saludecio, San Clemente, Torriana e Verucchio.
Parte del territorio amministrativo dei comuni di Cattolica, Misano Adriatico, S. Giovanni in Marignano, Riccione, Rimini e Santarcangelo di Romagna
ImbottigliamentoStesso territorio amministrativo delle zone di raccolta delle uve
Bottiglia e tappoN/S
Articolo precedenteVendemmia, in vigna buone premesse. Raccolta posticipata al centro-nord
Articolo successivoColli di Scandiano e di Canossa DOC

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.