Filiera enologia bio, se ne discute a Bari l’11 ottobre

0
agricoltura

Un importante convegno affronta il tema nell’ambito di Agrilevante 2019

BARI. “Il vino biologico: aspetti tecnici, normativi e di mercato” è il titolo del convegno sulla filiera del vino biologico si terrà venerdì 11 ottobre alle ore 15 presso la Sala 1 del Centro Congressi Nuova Fiera del Levante, a Bari. Organizzato da BolognaFiere, Assobio e FederBio, UIV (Unione Italiana Vini, Fiera del Levante), in collaborazione con FederBio Puglia, sono gli organizzatori. Il convegno intende accendere l’attenzione su alcune tematiche di forte interesse per gli operatori quali: l’evoluzione del comparto vino biologico in Italia e le sue prospettive di sviluppo; gli aspetti normativi in relazione alla nuova normativa UE sul vino biologico; le problematiche legate all’impiego del rame in viticoltura biologica e le alternative possibili e le opportunità dell’OCM vino per il comparto biologico.

Il convegno si aprirà con i saluti istituzionali degli Organizzatori e delle Autorità, per proseguire con gli interventi di: Silvia Zucconi (Nomisma); Elisabetta Romeo-Vareille (Unione Italiana Vini); Carlo Bazzocchi (FederBio Servizi); Michelangelo De Palma (FederBio Servizi). Traccerà le conclusioni del dibattito Roberta Cafiero (Dirigente Ufficio PQAI 1 del MIPAAFT). BolognaFiere è stata la prima realtà fieristica a intuire l’importanza del biologico, le potenzialità di crescita e la sua strategicità. Una consapevolezza che ha portato alla nascita di SANA, il Salone internazionale del biologico e del naturale.

Oggi il nostro Paese è leader in Europa per numero di imprese che operano nella filiera bio, sono 2 milioni di ettari le superfici biologiche certificate, siamo il primo esportatore dell’Unione Europea con oltre 2 miliardi di fatturato annuo e il Governo – per voce del Ministro Bellanova – intende rimettere l’agricoltura e l’alimentare al centro dell’Agenda del Paese, sostenendo sempre più e sempre meglio qualità, eccellenza, tracciabilità, sicurezza, posizionamento delle nostre imprese e dei nostri prodotti in Italia e nel mondo.

Parallelamente all’accreditarsi del settore, la manifestazione – che BolognaFiere organizza da oltre trenta anni – ha dato vita a un network espositivo a supporto dello sviluppo dell’agricoltura e dell’agroalimentare certificato. L’ultima edizione della manifestazione, conclusasi lo scorso settembre, ha visto la presenza di oltre 1.000 aziende su un’area espositiva di 60 mila metri quadrati, 950 novità di prodotto e un’incisiva partecipazione di buyer internazionali. L‘intera filiera bio ha il suo riferimento in SANA che articola la propria proposta espositiva nei settori Food, Non Food e Green Lifestyle.

In questa ampia offerta, che vede la presenza di aziende leader, un trend estremamente interessante si è evidenziato nel comparto enologico in cui i vini bio nazionali si stanno distinguendo, riscuotendo importanti riconoscimenti a livello nazionale e internazionale. La grande tradizione enologica italiana, che ci posiziona fra i principali produttori mondiali, guarda con estremo interesse alla produzione biologica e il mercato assiste a un trend di crescita delle etichette “bio” fra le eccellenze dei nostri produttori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.