Terre di Cosenza DOC

0

Il vino Terre di Cosenza DOC è un vino prodotto nella provincia di Cosenza nella Regione Calabria

La denominazione di origine controllata Terre di Cosenza è riservata ai vini che rispondono alle condizioni ed ai requisiti prescritti dal disciplinare di produzione per le seguenti tipologie:

rosso, anche con la menzione riserva, passito, vendemmia tardiva e novello; rosato, anche nella tipologia spumante; bianco, anche nelle tipologie spumante, passito e vendemmia tardiva; Magliocco, anche nelle tipologie spumante rosè e passito; Greco bianco, anche nelle tipologie spumante e passito; Guarnaccia bianca, anche nelle tipologie spumante e passito; Malvasia bianca, anche nelle tipologie spumante e passito; Montonico bianco (localmente detto Mantonico), anche nelle tipologie spumante e passito; Pecorello, anche nelle tipologie spumante e passito; Chardonnay, anche nelle tipologie spumante e passito; Gaglioppo; Greco nero; Aglianico; Calabrese; Cabernet Sauvignon e/o Cabernet; Merlot; Sangiovese.

L’utilizzo delle sottozone: Condoleo, Donnici, Esaro, Pollino, San Vito di Luzzi, Colline del Crati, Verbicaro, sono disciplinate tramite allegati in calce al disciplinare.

Salvo quanto espressamente previsto nei predetti allegati, per la produzione dei vini delle relative sottozone devono essere applicate le norme previste dal presente disciplinare di produzione.

La Denominazione di Origine Controllata Terre di Cosenza è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti da vigneti aventi, in ambito aziendale, la seguente composizione ampelografica:

Terre di Cosenza rosso:

Magliocco (localmente detto anche Magliocco Dolce o Arvino o Mantonico nero o Lacrima o Guarnaccia nera): minimo 60%; possono concorrere alla produzione di detto vino le uve di altri vitigni a bacca nera, idonei alla coltivazione nella Regione Calabria, iscritti nel Registro Nazionale delle varietà di vite per uve da vino fino ad un massimo del 40%.

Terre di Cosenza rosato:

Greco nero, Magliocco, Gaglioppo, Aglianico, Calabrese, da soli o congiuntamente, nella percentuale minima dell’60%; possono concorrere altri vitigni, fra quelli idonei alla coltivazione nella Regione Calabria, iscritti nel Registro Nazionale delle varietà di vite per uve da vino fino a un massimo del 40%.

Terre di Cosenza bianco:

Greco bianco, Guarnaccia bianca, Pecorello, Montonico (localmente Mantonico), da soli o congiuntamente, nella percentuale minima del 60%; possono concorrere altri vitigni a bacca bianca fra quelli idonei alla coltivazione nella Regione Calabria, iscritti nel Registro Nazionale delle varietà di vite per uve da vino fino a un massimo del 40%.

Terre di Cosenza bianco spumante:

Mantonico minimo 60%. Possono concorrere altri vitigni a bacca bianca fra quelli idonei alla coltivazione nella Regione Calabria, iscritti nel Registro Nazionale delle varietà di vite per uve da vino fino a un massimo del 40%.

Terre di Cosenza spumante rosè:

Mantonico minimo 60%. Possono concorrere, da soli o congiuntamente i seguenti vitigni a bacca nera: greco nero, magliocco, gaglioppo aglianico e calabrese fino a un massimo del 40%.

Terre di Cosenza Magliocco:

Magliocco (localmente detto anche Magliocco Dolce o Arvino o Mantonico nero o Lacrima o Guarnaccia nera), minimo 85%; possono concorrere, Greco nero, Gaglioppo, Aglianico, Calabrese, da soli o congiuntamente, nella misura massima del 15%.

Tale tipologia deve, obbligatoriamente, fare specifico riferimento alla sottozona e/o alla vigna dalla quale provengono le uve.

La denominazione Terre di Cosenza, con la specificazione di una delle seguenti indicazioni di vitigno:

Greco bianco; Guarnaccia bianca; Malvasia bianca; Montonico bianco (localmente detto Mantonico); Pecorello; Chardonnay; Gaglioppo; Greco nero; Aglianico; Calabrese; Cabernet sauvignon e/o Cabernet; Merlot; Sangiovese, è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti da vigneti composti, nell’ambito aziendale, per almeno l’85% dal corrispondente vitigno. Possono concorrere alla produzione di detti vini anche le uve dei vitigni a bacca di colore analogo, idonei alla coltivazione per la regione Calabria e presenti nei vigneti in misura non superiore al 15% del totale.

Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla produzione dei vini devono essere quelle tradizionali delle zone di produzione e, comunque atte a conferire alle uve ed ai vini le specifiche caratteristiche di qualità.

Terre di Cosenza DOC

RegioneCalabria
ProvinciaCosenza
DenominazioneTerre di Cosenza DOC
Anno di registrazioneDOC dal 18.10.2011
TipologiaTerre di Cosenza rosso, anche nella tipologia riserva
Terre di Cosenza rosso novello
Terre di Cosenza rosato
Terre di Cosenza bianco
Terre di Cosenza spumante bianco
Terre di Cosenza spumante rosé
Terre di Cosenza rosso passito
Terre di Cosenza bianco passito
Terre di Cosenza rosso vendemmia tardiva
Terre di Cosenza bianco vendemmia tardiva
Terre di Cosenza Greco bianco
Terre di Cosenza Guarnaccia bianca
Terre di Cosenza Malvasia bianca
Terre di Cosenza Montonico bianco (localmente Mantonico)
Terre di Cosenza Pecorello
Terre di Cosenza Chardonnay
Terre di Cosenza Gaglioppo
Terre di Cosenza Greco nero
Terre di Cosenza Aglianico
Terre di Cosenza Calabrese
Terre di Cosenza Cabernet Sauvignon e/o Cabernet
Terre di Cosenza Merlot
Terre di Cosenza Sangiovese
Terre di Cosenza Magliocco
Terre di Cosenza Magliocco spumante rosé
Terre di Cosenza Greco bianco spumante
Terre di Cosenza Guarnaccia bianca spumante
Terre di Cosenza Malvasia bianca spumante
Terre di Cosenza Mantonico bianco spumante
Terre di Cosenza Pecorello spumante
Terre di Cosenza Chardonnay spumante bianco
Terre di Cosenza Magliocco passito
Terre di Cosenza Greco bianco passito
Terre di Cosenza Guarnaccia bianca passito
Terre di Cosenza Malvasia bianca passito
Terre di Cosenza Mantonico bianco passito
Terre di Cosenza Pecorello passito
Terre di Cosenza Chardonnay passito
Base ampelograficaTerre di Cosenza rosso:
Magliocco (localmente detto anche Magliocco Dolce o Arvino o Mantonico nero o Lacrima o Guarnaccia nera): minimo 60%; possono concorrere alla produzione di detto vino le uve di altri vitigni a bacca nera, idonei alla coltivazione nella Regione Calabria, iscritti nel Registro Nazionale delle varietà di vite per uve da
vino fino ad un massimo del 40%.
Terre di Cosenza rosato:
Greco nero, Magliocco, Gaglioppo, Aglianico, Calabrese, da soli o congiuntamente, nella percentuale minima dell’60%; possono concorrere altri vitigni, fra quelli idonei alla coltivazione nella Regione Calabria, iscritti nel Registro Nazionale delle varietà di vite per uve da vino fino a un massimo del 40%.
Terre di Cosenza bianco:
Greco bianco, Guarnaccia bianca, Pecorello, Montonico (localmente Mantonico), da soli o congiuntamente, nella percentuale minima del 60%; possono concorrere altri vitigni a bacca bianca fra quelli idonei alla coltivazione nella Regione Calabria, iscritti nel Registro Nazionale delle varietà di vite per uve da vino fino a
un massimo del 40%.
Terre di Cosenza bianco spumante:
Mantonico minimo 60%. Possono concorrere altri vitigni a bacca bianca fra quelli idonei alla coltivazione nella Regione Calabria, iscritti nel Registro Nazionale delle varietà di vite per uve da vino fino a un massimo del 40%.
Terre di Cosenza spumante rosè:
Mantonico minimo 60%. Possono concorrere, da soli o congiuntamente i seguenti vitigni a bacca nera: greco nero, magliocco, gaglioppo aglianico e calabrese fino a un massimo del 40%.
Terre di Cosenza Magliocco:
Magliocco (localmente detto anche Magliocco Dolce o Arvino o Mantonico nero o Lacrima o Guarnaccia nera), minimo 85%; possono concorrere, Greco nero, Gaglioppo, Aglianico, Calabrese, da soli o congiuntamente, nella misura massima del 15%.
Tale tipologia deve, obbligatoriamente, fare specifico riferimento alla sottozona e/o alla vigna dalla quale provengono le uve.
La denominazione Terre di Cosenza, con la specificazione di una delle seguenti indicazioni di vitigno:
Greco bianco; Guarnaccia bianca; Malvasia bianca; Montonico bianco (localmente detto Mantonico); Pecorello; Chardonnay; Gaglioppo; Greco nero; Aglianico; Calabrese; Cabernet sauvignon e/o Cabernet; Merlot; Sangiovese, è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti da vigneti composti, nell’ambito aziendale, per almeno l’85% dal corrispondente vitigno. Possono concorrere alla produzione di detti vini anche le uve dei vitigni a bacca di colore analogo, idonei alla coltivazione per la regione Calabria e presenti nei vigneti in misura non superiore al 15% del totale
Zona di raccolta uveIntero territorio amministrativo della provincia di Cosenza
ImbottigliamentoStesso territorio amministrativo delle zone di raccolta delle uve
Bottiglia e tappoI vini possono essere immessi al consumo esclusivamente in bottiglie di vetro
della capacità di 0,250 litri - 0,375 litri – 0,500 litri - 0,750 litri – 1,5 litri – 3,0 litri - 5 litri - 6,0 litri
- 9,0 litri – 10 litri e superiori, ad esclusione di dame e damigiane, secondo quanto previsto dalla
normativa vigente in materia. I sistemi di chiusura consentiti sono quelli previsti dalle norme di
legge
Articolo precedenteInaugurato il 215° Anno Accademico dell’Accademia Nazionale di Agricoltura
Articolo successivoIl 14 e 15 maggio ritorna Vignaioli Contrari

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.